Liberty Steel Dudelange sotto la bandiera rumena

“Nonostante le condizioni difficili, GFG Alliance ha molte aziende di alta qualità che fanno bene nei mercati di riferimento in cui la domanda dei clienti e i prezzi sono forti. Rifocalizzando le nostre attività, proteggeremo più posti di lavoro e getteremo le basi per una crescita sostenibile in futuro. Il gruppo, che sta procedendo bene, si sta avvicinando al punto di poter adempiere ai nostri obblighi nei confronti dei nostri creditori”, ha commentato Sanjeev Gupta, CEO di GFG Alliance (società madre di Liberty Steel).

In Lussemburgo devono aver risentito della brutta situazione i sindacati che, dall’arrivo di questo nuovo industriale, soprattutto siderurgico, si chiedevano da dove provenissero gli investimenti necessari. I 250 dipendenti, che producono 600.000 tonnellate di lamiere laminate e zincate all’anno, probabilmente non vedranno il colore dell’investimento di 100 milioni di euro che il signor Gupta ha annunciato per rassicurarli.

Robert Fournieri, vicesegretario generale della LCGB, contattato dai nostri colleghi di Wort, si è detto “sorpreso da questo annuncio, che non è mai stato discusso con noi” e ha parlato di “provocazione” e “mancanza di rispetto per il dialogo sociale”. Il ministro dell’Economia Franz Vayot (LSAP) dovrebbe rilasciare una dichiarazione sulla situazione alla Camera dei deputati martedì pomeriggio e mercoledì è previsto un incontro con la direzione lussemburghese di Liberty Steel.

le auto
Secondo un comunicato stampa del Comitato per la ristrutturazione e la trasformazione, costituito all’inizio di maggio per preparare la vendita degli asset del gruppo.
Lo stabilimento di Dudelange, già integrato con lo stabilimento di Liegi, si unisce all’unità Liberty Steel Galati, dal nome della più grande acciaieria integrata della Romania, a Liegi, ma anche all’unità Magona in Italia.

READ  In Israele l'alleanza è immersa nella realtà del conflitto israelo-palestinese

“Liberty Galati, la più grande acciaieria integrata in Romania, diventerà il principale fornitore di coils laminati a caldo (HRC) alle aziende situate a valle di Liberty, garantendo un approvvigionamento sicuro e sostenibile delle loro materie prime. Gli stretti legami con le attività a valle consentiranno a Liberty Galati offrirà un’ampia gamma di prodotti Nell’ambito della ristrutturazione, Renault Moretti, CEO di Liberty Steel Europe, riporterà ora a Paramjit Kahlon.

“Le prime fasi di questo programma di ristrutturazione sono già iniziate, con le prime spedizioni di HRC da Liberty Galati che arriveranno agli stabilimenti finali nelle prossime settimane, consentendo loro di riavviare le loro linee poco dopo. La ristrutturazione dovrebbe portare a sinergie tra vari aree. carriere, inclusi acquisti, tecnologia dell’informazione e contabilità. L’azienda continuerà il suo dialogo costruttivo con i sindacati e i consigli del lavoro riguardo a questi cambiamenti. “

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.