La Roma ha resistito al Leicester nell’andata della European League Conference

Tornato in Inghilterra, Jose Mourinho ha dimostrato di non perdere la sua esperienza approdando alla Roma: i portoghesi hanno sofferto molto giovedì sera a Leicester, nelle semifinali di European League, hanno subito più colpi di quanti ci hanno provato ma sono tornati Italia con un pareggio (1-1). ) che le calza a pennello.

La Roma ha quasi fatto la rapina perfetta

Ha anche intravisto la vittoria grazie al vantaggio di Pellegrini, ben servito dall’ottimo Zalewski prima di colpire tra le gambe di Schmeichel (0-1, 15), e ha sfiorato la sosta quando Ibrahim ha caricato uno dei pochi palloni che lo hanno raggiunto. Il calcio di tacco di Oliveira ha fatto brillare Schmeichel (80), molto felice di evitare un secondo gol che sarebbe stato visto come un’ingiustizia dal Leicester.

Gli inglesi hanno dominato la maggior parte del tempo e Rui Patricio ha dovuto affrontare il tiro di Lookman (classificato 34) e quello di Madison (classificato 42), i cui dribbling tormentavano regolarmente la difesa romana. Ma è stata sconfitta solo quando Lockman ha spinto Mancini a segnare davanti ai suoi, su cross di Barnes che ne ha fatto gran parte attraversando l’area (1-1, 67). Entrando al posto di Vardy, che non si è messo in mostra nonostante il controllo della sua squadra, Iheanacho ha preoccupato ancora di più gli italiani (72, 78), che giovedì prossimo dovranno essere più a loro agio con la palla. A Roma, se vogliono arrivare in finale e sperano di alzare la prima Coppa dei Campioni nella storia del loro club.

You May Also Like

About the Author: Drina Lombardi

"Analista. Creatore. Fanatico di zombi. Appassionato di viaggi. Esperto di cultura pop. Appassionato di alcol".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.