La popolarità dei videogiochi retrò continua a crescere

La popolarità dei videogiochi retrò continua a crescere

Non buttare via troppo in fretta i tuoi vecchi giochi per PlayStation 2, presto potrebbero valere una fortuna. Perché i videogiochi non muoiono mai. Sia a 8 bit, su cassetta o su disco. Finché è ancora in buone condizioni… non la batteria Rock band.

«C’è una vera richiesta di tutto, tutto, tutto», conferma subito Dominique Bourret, cofondatrice e comproprietaria del negozio Retro MTL nel quartiere Mercier–Hochelaga-Maisonneuve, a Montreal. “Tranne accessori come quelli di Rock band. Tutti ce l’hanno in cantina e non ha più alcun valore. Ma le console Atari, le console ColecoVision, le console Intellivision, tutto ciò che è venuto prima della prima console Nintendo, cerchiamo sempre di averli in stock, si esauriscono così velocemente. »

Retro MTL, un’istituzione di Montreal in costruzione, acquista e rivende articoli di videogiochi dal 2017. Ha iniziato online e poi, nel 2019, il negozio ha aperto i battenti. L’espansione è continuata fino al mese scorso, quando Retro MTL ha aperto una nuova sede, sempre in Hochelaga Street. Questi edifici degni del 2023 permettono ancora di immergersi nell’atmosfera dei videoclub degli anni ’90, nello stesso odore di popcorn, nelle stesse lunghe file di scaffali su cui si accumulano i pacchi di giochi.

“Ho 44 anni e ho trascorso la mia infanzia nei negozi di video, cosa che mi ha influenzato molto.” Dominique Bourret, graphic designer di formazione, ha progettato gli interni del negozio per dargli un tocco di eleganza. classico Da un negozio di video dell’era pre-Internet. Ha anche creato una mascotte per Retro MTL. Sotto lo pseudonimo di Papa Cassette, ospita anche un podcast e un canale YouTube sui giochi vintage, quelli che, come un buon vino, sono invecchiati (più o meno) bene.

READ  Google Maps per iPhone sta ottenendo una funzionalità tanto attesa

Dominique Bourret è quindi il contatto perfetto per celebrare la Giornata mondiale dei videogiochi, che quest’anno si svolge sabato 18 novembre. Questa giornata dei videogiochi è stata lanciata nel 2010 in Francia. Se c’è un giorno all’anno per rispolverare il tuo vecchio Nintendo Entertainment System (NES), o anche un Atari 2600 o ColecoVision, se ce l’hai nell’armadio, è proprio questo.

Super Mario è tornato

Poiché a volte la vita è bella, Nintendo ha lanciato il 17 novembre Gioco di ruolo di Super Mario. È una versione aggiornata del gioco di ruolo originale, presentato da Square Enix e pubblicato nel 1996 per la console Super Nintendo (SNES). Questa volta il gioco potrà essere scaricato sulla console Switch.

Questa follia è molto più grande oggi di quanto lo fosse tre decenni fa. come i dischi in vinile, Giochi retròcome viene comunemente chiamato, potrebbe raggiungere il picco nel 2023. In ogni caso, è ciò che stiamo vedendo presso Google, la società madre di YouTube.

L’enorme successo commerciale di Mario non è estraneo a questo fenomeno. Il mondo del celebre idraulico italo-giapponese è così simbolico che i contenuti legati a questa serie hanno superato i 100 miliardi di visualizzazioni sulla piattaforma YouTube, dove si può facilmente misurare l’evoluzione della moda dei videogiochi retrò: il numero di video presenti sulla piattaforma è 1000 volte più download di video correlati Giochi retrò nel 2023 rispetto al 2007.

Gioco di ruolo di Super Mario Questa tendenza dovrebbe essere rafforzata. Il nuovo gioco gioca al massimo la carta della nostalgia. L’esperienza di gioco tenta di ricreare quella che affascinò un’intera generazione di giovani giocatori 27 anni fa. Questo nuovo lavoro arriva appena un mese dopo il suo altrettanto notevole lancio Super Mario Bros. Lui si chiedeil primo gioco tradizionale SuperMario In 2D dal 2012.

READ  Huawei inverte la tendenza e potenzia la nuova fotocamera frontale per Nova 10 e 10 Pro

La nostalgia è servita… ma non troppo, lo stesso. I giocatori più giovani non conosceranno mai i giorni in cui potevi contare le vite di Mario su una mano, o quando dovevi esercitarti tutta la notte per padroneggiare il rimbalzo della tartaruga in fondo alle scale per generare centinaia di vite in più.

Un’altra epoca

Almeno un altro elemento ci separa dagli anni ’90: nel 2023 è impossibile andare in bicicletta e visitare il videonoleggio di quartiere per noleggiare una copia del gioco per la modica cifra di $ 5 o $ 6, e noi ci proveremo . Dovrà essere completato entro il periodo di noleggio assegnato, ovvero dalle 24 alle 48 ore, a seconda dei casi.

Visitare un negozio di video, a cavallo del millennio scorso, era già di per sé un’esperienza. Far rivivere quest’epoca è impossibile per un semplice motivo: i negozi di video non esistono più. Questa tendenza è ormai passata. Microsoft e Sony, produttori di console, hanno effettuato un mini restyling digitale. I suoi cataloghi vengono offerti sotto forma di abbonamento mensile, oppure i giochi vengono acquistati singolarmente direttamente sulla TV.

Tuttavia, i migliori giochi attualmente venduti nei negozi sono giochi di un’altra epoca. Per lo più usato. “Compriamo giochi ogni giorno. Abbiamo riservato molto spazio proprio a questo: controlliamo, controlliamo e poi riacquistiamo o diamo un credito”, afferma Dominique Borret. Retro MTL ha acquistato due macchine di rifacimento costose che ripristinare i DVD usurati riportandoli a condizioni quasi nuove.

Ne vale la pena: alcuni giochi nella loro scatola originale con il libretto ancora in buone condizioni, acquistati per 20 dollari 20 anni fa, possono ora valere 200 dollari o addirittura 500 dollari. Non tutto, ovviamente, ma come ogni cosa collezionata, ci sono alcune rarità inestimabili: Piccolo Sansone Sul NES si aggira sui 3500 dollari (nota per chi ce l’ha…). Superfine settimana di Star Foxsu SNES, è di $ 3.000. Cartuccia del concorso Donkey Kong Country Nella sua scatola potrebbe valere fino a 5.000 dollari.

READ  L'aggiornamento di Android TV porta l'interfaccia utente

“Ne abbiamo ricevuti alcuni. Diciamo che i clienti sono stati felici di uscire di casa con 2.000 dollari in tasca”, dice ridendo Dominique Bourret.

Sono soldi che potrebbero essere investiti saggiamente in…più videogiochi, cos’altro? Come il gioco Mario a 8 bit del 1996, il videogioco ha ancora molte vite in banca.

Da vedere in video

You May Also Like

About the Author: Adriano Marotta

"Pluripremiato studioso di zombi. Professionista di musica. Esperto di cibo. Piantagrane".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *