La morte del regista italiano Paolo Taviani, vincitore della Palma d'Oro per il film “Padre Padroni” – Libération

La morte del regista italiano Paolo Taviani, vincitore della Palma d'Oro per il film “Padre Padroni” – Libération
Oggi, giovedì 29 febbraio, è morto all'età di 92 anni, dopo una breve lotta con la malattia, il grande divo del cinema italiano, Paolo Taviani. Ha lasciato una quindicina di film che ha realizzato con il fratello Vittorio, un duo raro nella storia della settima arte.

“Il grande maestro del cinema”, Ha ricevuto il sindaco di Roma, Roberto Gualtieri. Giovedì 29 febbraio è morto all'età di 92 anni il regista italiano Paolo Taviani, che insieme al fratello Vittorio ha diretto film importanti, tra cui il capolavoro “Padre Padrone”, Palma d'Oro al Festival di Cannes del 1977, membro della Lo ha annunciato il consiglio comunale italiano. “Con suo fratello Vittorio [mort en 2018 à 88 ans, ndlr]Crea film indimenticabili, profondi e impegnati. Lo scrive Roberto Gualtieri in un omaggio a X. Lunedì a Roma si terranno i funerali laici di Paolo Taviani, secondo i media italiani.

Storia, psicoanalisi e poesia

I fratelli Taviani, duo raro nella storia della settima arte, hanno firmato quasi quindici lungometraggi caratterizzati da uno stile fortemente letterario che fonde storia, psicanalisi e poesia. Un film sconvolgente, “Padre Padrone”, che può essere letteralmente tradotto come “Il Padre Boss”, è un adattamento del romanzo autobiografico di Gavino Leda, e racconta la storia di un giovane pastore che sfugge al controllo tirannico del padre che lo , a causa della sua inabilità finanziaria, è costretto per necessità a lasciare… la scuola, lasciandolo analfabeta fino all'età di vent'anni.

Dopo la morte del figlio maggiore di due anni, Paolo Taviani ha trovato la forza di girare da solo un ultimo film, Leonora Addo, presentato alla Berlinale nel 2022. Fortemente ispirato al maestro del neorealismo Roberto Rossellini , i fratelli, figlio di un avvocato antifascista, si occuparono dei temi Social media sin dai loro esordi negli anni '60. Dopo aver incoronato “Pader Padrone” a Cannes, tornano sulla Croisette nel 1982 con “La notte di San Lorenzo”, un film di magica atmosfera che vince il Gran Premio della Giuria. Nel 2012, con Caesar Must Die, in cui rappresentano la tragedia di Shakespeare per i detenuti del carcere romano di Rebibbia, i fratelli Taviani hanno vinto l'Orso d'Oro al Festival di Berlino. Vite di successo dei registi.

READ  Previsione. Previsioni meteo per martedì 25 gennaio: pieno sole

You May Also Like

About the Author: Drina Lombardi

"Analista. Creatore. Fanatico di zombi. Appassionato di viaggi. Esperto di cultura pop. Appassionato di alcol".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *