La Corea del Nord invia altri palloncini pieni di spazzatura al Sud

La Corea del Nord invia altri palloncini pieni di spazzatura al Sud

(Seul) – La Corea del Nord ha inviato sabato ancora una volta palloncini pieni di spazzatura in Corea del Sud, dopo che attivisti del sud della penisola avevano inviato propaganda contro il governo di Pyongyang con la stessa operazione.




“La Corea del Nord sta sparando di nuovo [présumés] I capi di stato maggiore della Corea del Sud hanno dichiarato in un comunicato: “I palloncini che trasportano rifiuti sono diretti al Sud” e hanno consigliato alla popolazione di non toccarli e di denunciare i palloncini alle autorità.

L’esercito sudcoreano ha annunciato poche ore fa di essere in allerta per il possibile arrivo di tali palloncini, previsto per domenica.

La scorsa settimana, in due ondate, la Corea del Nord ha inviato centinaia di palloncini al suo vicino meridionale carichi di sacchi pieni di spazzatura varia, dai mozziconi di sigaretta ai rifiuti animali.

Secondo Pyongyang, questi “doni sinceri” avrebbero dovuto rispondere all’invio di palloncini carichi di propaganda nel suo territorio da parte di attivisti sudcoreani.

Pyongyang ha annunciato domenica 2 giugno che fermerà queste misure.

Ma pochi giorni dopo, un’organizzazione di attivisti sudcoreani, Fighters for a Free North Korea, ha dichiarato di aver inviato dieci palloncini nel nord della penisola con 200.000 volantini contro il primo uomo della Corea del Nord, Kim Jong-un, e chiavette USB contenenti K- musica pop sudcoreana.

Decisione di giustizia

Un altro gruppo, composto da disertori nordcoreani, ha affermato di aver inviato venerdì dieci palloncini contenenti 200.000 volantini anti-Pyongyang, nonché 100 radio e chiavette USB contenenti un discorso del presidente sudcoreano Yeon Suk-yul.

READ  Elezioni presidenziali 2024: Mike Pence si ritira dalla corsa

Jang Se-yeol, il leader di questi disertori, ha confermato sabato che la sua organizzazione non fermerà la sua campagna “indipendentemente dal fatto che Kim Jong-un invii nuovamente palloncini carichi di rifiuti oppure no”.

Tuttavia, la Corea del Nord ha avvertito che avrebbe risposto con “carta straccia e spazzatura” in quantità 100 volte maggiori se la Corea del Sud avesse inviato volantini.

L’anno scorso, la Corte costituzionale della Corea del Sud ha annullato una legge del 2020 che criminalizzava l’invio di propaganda contro Pyongyang, affermando che limitava la libertà di espressione. Gli esperti affermano che al momento non esiste alcuna base legale affinché il governo impedisca agli attivisti di lanciare palloncini nella Corea del Nord.

Da parte sua, il presidente sudcoreano Yoon Suk-yul ha sospeso martedì completamente l’accordo di distensione militare del 2018 con la Corea del Nord, dopo aver descritto l’invio di palloncini pieni di spazzatura come “spregevoli provocazioni da parte di Pyongyang”.

“Aiutare i nordcoreani”

La mossa consente alla Corea del Sud di riprendere le esercitazioni a fuoco vivo e le campagne di propaganda lungo il confine contro il regime nordcoreano, che hanno sempre fatto arrabbiare Pyongyang.

Gli attivisti sudcoreani inviano da tempo palloncini nella Corea del Nord per fare propaganda contro Pyongyang, oltre a denaro, riso, serie TV sudcoreane e dispositivi USB.

Coensime, un altro gruppo di attivisti sudcoreani, ha dichiarato di aver gettato in mare 500 bottiglie di plastica venerdì vicino al confine con la Corea del Nord.

Le bottiglie erano piene di riso, soldi e una chiavetta USB contenente una serie TV sudcoreana che raccontava una storia d’amore tra una ricca ereditiera sudcoreana e un ufficiale dell’esercito nordcoreano.

READ  Sogni la vita eterna? È possibile... in teoria

Questi attivisti inviano questo tipo di materiale al Nord due volte al mese dal 2015.

“Stiamo facendo quello che facciamo da molto tempo per aiutare i nordcoreani affamati”, ha detto sabato Park Jung-oh, leader del gruppo.

Le relazioni intercoreane sono ai livelli più bassi degli ultimi anni, con la diplomazia in stallo prolungato, Kim Jong Un che intensifica i test e il continuo sviluppo di armi e il Sud che si avvicina al suo principale alleato in materia di sicurezza, Washington.

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *