La Corea del Nord interrompe le relazioni diplomatiche con la Malesia

Venerdì la Corea del Nord ha interrotto bruscamente i rapporti diplomatici con la Malesia, ponendo fine al rapporto speciale che aveva con Kuala Lumpur fino all’assassinio nel 2017 del fratellastro del leader Kim Jong Un.

Il ministero degli Esteri nordcoreano ha giustificato questa decisione consegnando uno dei suoi cittadini agli Stati Uniti, il 17 marzo, agli Stati Uniti, considerandolo un “crimine imperdonabile” commesso “in schiavitù di fronte alle pressioni americane”.

Fino a quando Kim Jong Nam non fu ucciso quattro anni fa, la Malesia era uno degli unici alleati della Corea del Nord ed era isolata dal suo programma nucleare. Il fratellastro del leader nordcoreano, anch’egli critico del regime, è morto dopo aver ricevuto un agente nervino sul viso all’aeroporto di Kuala Lumpur.

La Corea del Sud ha attribuito l’assassinio in gran parte al Nord. Pyongyang ha negato.

Le relazioni sono gradualmente migliorate, poiché la Malaysia ha deciso di riaprire la sua ambasciata a Pyongyang.

L’annuncio di venerdì pone fine a questo riscaldamento.

Secondo una dichiarazione rilasciata dall’agenzia ufficiale di stampa centrale coreana, il ministero degli Esteri nordcoreano “annuncia la completa rottura delle sue relazioni diplomatiche con la Malaysia”.

Il suo omologo malese, che “deplora profondamente” questa iniziativa e ha ordinato a tutti i diplomatici nordcoreani di lasciare il Paese entro 48 ore, “ha denunciato questa decisione scortese e non costruttiva che non rispetta lo spirito di rispetto reciproco e le relazioni di buon vicinato tra i I membri della Federazione. La comunità internazionale “.

L’agenzia nordcoreana ha detto che Moon Chul Myung, un cittadino nordcoreano soggetto alla sua estradizione, è stato coinvolto in “attività di commercio estero legittimo a Singapore”.

READ  Trump tornerà presto sui social media con la sua 'piattaforma privata'

Il ministero malese ha difeso la sua estradizione, spiegando che ciò è avvenuto solo dopo che tutti gli appelli erano stati esauriti e ha criticato la Corea del Nord per aver esercitato pressioni su Kuala Lumpur affinché intervenisse nel caso.

Questa divisione arriva il giorno dopo la visita della Corea del Sud a due alti funzionari statunitensi nella nuova amministrazione Biden.

Il Segretario di Stato Anthony Blinken e il Segretario alla Difesa Lloyd Austin sono in tournée in Asia per rafforzare i legami di Washington con i suoi partner tradizionali nella regione che si affaccia sulla Corea del Nord e sulla Cina.

Riciclaggio di denaro

Il 9 marzo, Moon Chul Myung ha visto il suo ultimo appello respinto contro la sua estradizione negli Stati Uniti, dove avrebbe dovuto affrontare il riciclaggio di denaro.

Il signor Moon, sulla cinquantina, viveva in Malesia da dieci anni quando è stato arrestato nel 2019 dopo una richiesta di estradizione da Washington.

In tribunale, ha respinto le accuse dell’FBI (Polizia Federale degli Stati Uniti) in base alle quali guidava un gruppo criminale responsabile delle esportazioni verso la Corea del Nord, in violazione delle sanzioni internazionali, e che avrebbe riciclato denaro attraverso società di comodo.

I suoi avvocati hanno detto che è accusato di quattro capi di imputazione di riciclaggio di denaro e due di cospirazione per riciclare denaro mentre lavorava a Singapore.

Le autorità non hanno menzionato le merci che aveva esportato illegalmente in Corea del Nord. Altri casi in passato hanno rivelato esportazioni di alcolici, orologi e altri beni di lusso.

Venerdì, una folta presenza di polizia si è diffusa davanti all’ambasciata nordcoreana a Kuala Lumpur, che molti giornalisti sono venuti a fotografare dopo l’annuncio di Pyongyang.

READ  La Corea del Nord non ha rispettato le sanzioni petrolifere

Per Shaherman Lockman, un esperto di politica estera presso l’International Institute for Strategic Studies di Kuala Lumpur, le autorità malesi “vedranno probabilmente che questo fa parte del segnale diplomatico che la Corea del Nord ha inviato agli Stati Uniti, che preannuncia una graduale escalation in tensioni tra Pyongyang e Washington “.

La Malaysia e la Corea del Nord hanno intrattenuto relazioni particolarmente amichevoli fino al 2017, ma dopo l’assassinio del signor Kim, i due paesi hanno espulso i rispettivi ambasciatori e annullato il reciproco accordo di esenzione dal visto per i visitatori.

A dicembre 2020, la Corea del Nord aveva ambasciate in circa 25 paesi, tra cui Cuba, Iran, Germania e il suo principale alleato, la Cina, secondo Seoul.

Pyongyang è stata a lungo accusata di utilizzare le sue rappresentanze diplomatiche per scopi di intelligence, riciclaggio di denaro e violazione delle sanzioni internazionali.

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *