La comunità ebraica italiana ha risposto dopo la lettera di scuse di Emmanuel Filiberto a nome della famiglia Savoia: “Per quanto riguarda le leggi razziali, il giudizio è storia”.

Quello che doveva essere un gesto di pacificazione, al contrario, ha acceso polemiche … Pochi giorni prima del Memorial Day, una lettera di scuse di Emmanuel Filiberto, a nome della famiglia reale italiana dell’epoca, la casa in Savoia, firmata Re Vittorio Emanuele III Sulle leggi razziali proposte dal governo fascista nel 1938 non hanno avuto l’effetto sperato: la comunità ebraica di Roma ha notato questo gesto ma niente di più.

Ecco il comunicato della comunità ebraica rumena: “Teniamo conto delle dichiarazioni di Emmanuel Filiberto de Savoia.

“Quello che è successo con le leggi di razza, al culmine di una lunga collaborazione con una dittatura, è un insulto contro italiani, ebrei e non ebrei, che non può essere cancellato e dimenticato. I discendenti delle vittime hanno tolleranza e nemmeno le istituzioni ebraiche hanno il diritto di riabilitare le persone. Quasi un secolo di indecisione pesa e aggrava le imperfezioni.

Il lunghissimo silenzio ha un impatto enorme, afferma Noemi de Signy, presidente della Federazione delle comunità ebraiche italiane, che parla “di un’iniziativa che dovrebbe essere considerata un carattere esclusivo, di ogni reazione alle sue azioni e di seguirla. Consapevolezza – consapevolezza”.

Per lui, “I conti con la storia non sono chiusi. Né la memoria di 6 milioni di ebrei uccisi dai nazisti, né le 7.500 vittime italiane possono essere cancellate. Nella sua lettera, Emmanuel Filiberto ha chiesto solennemente e solennemente perdono”. “Ma è proprio questo perdono che non può essere concesso. Emmanuel Filiberto avrebbe dovuto sapere che un ebreo non può perdonare” in nome degli altri “. Per un’ebrea, i peccati che ha subito personalmente non possono essere perdonati.

READ  FCC Chairman Ajit Bay abandoned his legal attempt to "clarify" Internet law

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *