Kirghizistan | Dieci anni di carcere per aver combattuto con i russi in Ucraina

Kirghizistan |  Dieci anni di carcere per aver combattuto con i russi in Ucraina

(Bishkek) Il Kirghizistan ha condannato a dieci anni di carcere un suo cittadino che ha combattuto nelle file delle forze russe in Ucraina, in un momento in cui Mosca sta cercando di accelerare il reclutamento di cittadini delle ex repubbliche sovietiche dell’Asia centrale.


Dozzine di cittadini delle repubbliche dell’Asia centrale sono stati uccisi in Ucraina negli ultimi mesi, secondo i media locali, e la maggior parte si è unita ai ranghi dell’esercito russo o del gruppo paramilitare russo Wagner.

Secondo una decisione del tribunale della capitale del Kirghizistan, Bishkek, emessa martedì sera, il 31enne è stato giudicato colpevole di accuse mercenarie e condannato a 10 anni di carcere.

Il condannato, che nega di aver preso parte ai combattimenti, ha soggiornato nel Donbass (Ucraina orientale) tra giugno e novembre per uno stipendio mensile di 180.000 rubli (circa 2.000 euro) e sostiene di essersi impegnato a ottenere un passaporto russo, secondo il tribunale.

Il disoccupato proveniva dalla provincia sud-occidentale di Jalalabad di Mosca quando ha unito le forze con l’autoproclamata “Repubblica popolare di Luhansk”, una regione separatista filo-russa nell’Ucraina orientale che Mosca sostiene di aver annesso.

Mercoledì, il capo del gruppo kirghiso per i diritti umani “Kelim Shami” Gulshire Abdrasolova ha osservato che questa è la prima condanna di un cittadino kirghiso per attività mercenaria in Ucraina.

La Russia rimane una destinazione prioritaria per gli immigrati dell’Asia centrale che, economicamente indigenti, lontani dai loro paesi d’origine e di lingua russa in generale, sono diventati obiettivi prioritari per il reclutamento dell’esercito russo e del gruppo Wagner.

Quest’ultimo promette di facilitare l’ottenimento della cittadinanza, offrire uno stipendio utile o cancellare la fedina penale per coloro che desiderano unirsi ai loro ranghi.

READ  Secondo l’Iran, gli attacchi nello Yemen “contrari” alla retorica americana

Tuttavia, gli stati dell’Asia centrale, tradizionalmente alleati della Russia, hanno ripetutamente esortato i loro sudditi a non prendere parte a questa guerra.

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *