Jacquemus è diversificato nel settore della casa

Jacquemus è diversificato nel settore della casa

Dopo il primo test nel mondo casa nel 2022 in occasione della collaborazione con il brand danese di biancheria da letto Tekla, Jacquemus decolla nel campo dell’interior design. La casa parigina ha svelato la sua prima collezione chiamata “Objets” e rende omaggio al famoso architetto italiano Gae Aulenti rieditando alcune delle sue creazioni degli anni ’60.

Alcuni degli “oggetti” che Jacquemus ha introdotto nella sua nuova linea di design – © Theo De Gueltz

“Il design, l’architettura e l’arte sono sempre state fonti di ispirazione per Simon Porte Jacquemus”, ricorda il brand. Cinque anni fa, ad esempio, lo stilista firmava la sua collezione di prêt-à-porter Moschea per l’autunno-inverno 2019-2020, che si è ispirato a molti riferimenti artistici, dalle sedie moderniste di Pierre Jeanneret all’architettura di Gae Aulenti, nota, tra l’altro, per i suoi allestimenti al Musée d’Orsay o a Palazzo Grassi a Venezia, che ospita la collezione Pinault.

“Ho sempre sognato di sviluppare una collezione di mobili… Sono un grande fan delle sedie di design e colleziono vecchie sedie Gae Aulenti da molti anni, da quando le ho viste nel film Piscina By Jacques Deray”, spiega il designer in un comunicato stampa. Forte dell’expertise del produttore italiano di mobili di lusso Exteta, situato a nord di Milano, in Brianza, Simon Porte Jacquemus rivisita i modelli “Locus Solus” realizzati nel 1964 da Gae Aulenti, che ha scoperto in questo film.

Il designer riedita in particolare una sedia, una poltrona e un lettino da spiaggia, a cui aggiunge il suo tocco “con un tessuto a righe gialle ispirato ai materassini da spiaggia e agli ombrelloni degli anni ’80”. Questa capsule collection in edizione limitata è venduta sia presso il punto vendita del brand che presso la boutique di Avenue Montaigne a prezzi di 1.188 euro a sedia, 3.456 euro a poltrona e 5.940 euro a chaise longue.

READ  Dune e altri film da guardare gratuitamente all'aperto quest'estate a Montreal
I modelli Locus Solus di Gae Aulenti rivisitati da Jacquemus – © Theo De Gueltz

Objects vuole anche essere un ampliamento della collezione prêt-à-porter Rafia, presentata a dicembre 2022, con una quindicina di accessori ed elementi di design, come vassoio, piatto con portapiatti, vaso, mug, portachiavi, cestino, eccetera. Principalmente realizzati in pelle in Italia, che ricordano gli accessori firmati delle case di lusso. A questa lista si aggiungono le mollette per capelli in ottone dorato e le mollette per abiti in pelle, nel tipico spirito gioviale di Jacquemus. I prezzi vanno dai 150 ai 400 euro e oltre.

Questa collezione è completata da una serie di libri rari o cataloghi di arte antica che Simon Porte Jacquemus ha trovato tra i suoi artisti preferiti, come Pablo Picasso, David Hockney e Jean Dubuffet per citarne alcuni, oltre ad alcune stampe originali del fotografo Lucien Clergue . Un’offerta insolita, eclettica e spigolosa, molto in linea con lo stile del brand.

Tutti i diritti di copia e rappresentazione sono riservati.
© 2023 FashionNetwork.it

You May Also Like

About the Author: Drina Lombardi

"Analista. Creatore. Fanatico di zombi. Appassionato di viaggi. Esperto di cultura pop. Appassionato di alcol".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *