Il terrificante “pozzo dell’inferno” che può ospitare gli spiriti maligni viene scoperto per la prima volta

Un gruppo di curiosi uomini delle caverne si è tuffato in un pozzo profondo 200 piedi nello Yemen nel tentativo di scoprire la verità sulla presunta presenza di “spiriti maligni” che hanno terrorizzato la gente del posto per secoli.

Una coraggiosa squadra di sommozzatori si è tuffata in un buco profondo 200 piedi nel tentativo di scoprire la verità sull'”Inferno Pozzo” che si credeva fosse la dimora degli spiriti maligni.

Per milioni di anni, la gente del posto spaventata ha evitato il misterioso cratere, temendo che figure mitiche come Jinn e Jinn vivessero in una fossa sotto il deserto nello Yemen orientale.

L’enorme buco, ufficialmente chiamato Barhout’s Well, è stato esplorato da un gruppo di otto subacquei la scorsa settimana durante la prima spedizione di questo tipo.

Scoperta

Ma sebbene la gente del posto abbia vissuto nella paura per secoli, il team di speleologi del team di esplorazione delle grotte dell’Oman ha affermato che non c’era alcun segno del soprannaturale.

Il team di esplorazione delle grotte in Oman ha affermato di aver trovato solo serpenti, animali morti e perle di caverna durante il loro soggiorno nella “pozza infernale”.

“C’erano serpenti, ma non ti daranno fastidio se non li infastidisci”, ha detto all’AFP Mohammed al-Kindi, professore di geologia presso l’Università tedesca di tecnologia di Amman.

Scoperta

Kennedy, che era tra i frequentatori delle caverne a fare l’immersione, ha detto di essere stato uno dei primi ad avventurarsi, secondo The Sun.

Ha detto: “La passione ci ha motivato a farlo e abbiamo sentito che era qualcosa che avrebbe rivelato nuove meraviglie e una parte della storia dello Yemen.

READ  The long lost Tomb Raider: 10th Anniversary is back as a playable alpha game

Abbiamo raccolto campioni di acqua, rocce, suolo e alcuni animali morti, ma non li abbiamo ancora analizzati. “

Kennedy, che possiede anche una società di consulenza mineraria e petrolifera, ha aggiunto: “C’erano uccelli morti, che causavano odori sgradevoli, ma non c’era un odore insopportabile”.

Scoperta

Funzionari yemeniti hanno affermato di non essere a conoscenza di cosa ci fosse nel cratere gigante perché non avevano raggiunto il fondo.

“Siamo andati a visitare l’area e siamo entrati nel pozzo, e la sua profondità ha raggiunto più di 50-60 metri”, ha detto a giugno Salah Babhir, direttore generale della Geological Survey and Mineral Resources Authority di Mahra.

“Abbiamo notato delle cose strane all’interno. Abbiamo anche sentito qualcosa di strano… È una situazione misteriosa”.

Scoperta

Alcuni hanno concluso che il pozzo è in realtà un supervulcano che un giorno esploderà, sebbene non ci siano prove scientifiche per questa teoria.

Nel 2014, il professore universitario Chris Fogwell ha suggerito che il pozzo fosse un gioco del bingo crollato, che si è verificato quando un’antica formazione di ghiaccio è crollata.

Ha detto al Daily Mail: “L’erosione intorno al bordo suggerisce che questa non è una novità”.


You May Also Like

About the Author: Adriano Marotta

"Pluripremiato studioso di zombi. Professionista di musica. Esperto di cibo. Piantagrane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *