Il Festival italiano di Bastia accoglie la struggente canzone “Nata per te” di Fabio Molo

Il Festival italiano di Bastia accoglie la struggente canzone “Nata per te” di Fabio Molo

Il regista italiano partecipa a 3H Ora a Bastia manifestazione. Nel 2018 vince il Premio del Pubblico per il film “Padre d'Italia”. Ritorna da noi in questa versione del 2024 con un film bellissimo e molto commovente. ” Ho sentito il bisogno di fare questo film perché è stato il primo caso in Italia in cui una bambina, una neonata con la sindrome di Down, è stata adottata da un uomo single. “, spiega Fabio Mollo. ” È una storia vera. La legge italiana non prevede questo tipo di adozione. Quindi il caso di Luca e Alba rappresenta una grande eccezione. Questo è l’unico caso di questo tipo oggi, e quindi ho sentito il bisogno di occuparmi di questo caso unico non solo come regista, ma anche come attivista, perché poteva far avanzare le cose.. »

“Nata per te”, mai visto prima in Francia, racconta la storia di una giovane ragazza affetta dalla sindrome di Down, ricoverata in ospedale. Il tribunale di Napoli cerca quindi una famiglia che possa potenzialmente adottarlo, ma tutte le famiglie contattate rifiutano questa adozione. Questa situazione continua finché Luca Trapanese, che è gay, decide di adottare la bambina. È l'inizio di un vero e proprio percorso a ostacoli, perché in Italia le famiglie composte da un uomo e una donna hanno la priorità nei casi di adozione. Ma Luca accetta la sfida.
“È incredibile il modo in cui il pubblico ha accolto questo film.” F. Mollo conferma. “La cosa interessante è che una casa di produzione importante come Cattleya crede nel film. Il film è rimasto nella top 10 del box office italiano per due settimane. Anche durante la presentazione del film abbiamo avuto molte discussioni e loro erano molto forti, ma purtroppo dal punto di vista legale non è stato così. “.
Così Fabio Molo è stato invitato per la terza volta dagli organizzatori del cinema italiano a Bastia e ne è felice. ” Ho un bellissimo ricordo di 1Dott Una volta. Sono venuto con il mio amico e siamo tornati insieme quest'anno. Quello che mi piace molto di questo tipo di festival è vedere la passione con cui gli organizzatori si dedicano al cinema italiano per difenderlo e promuoverlo.. »
Progetti? ” In quanto calabrese sono un po' superstizioso “.

READ  Anime: contratto di licenza per la casa di Nippon TV con Netflix

You May Also Like

About the Author: Drina Lombardi

"Analista. Creatore. Fanatico di zombi. Appassionato di viaggi. Esperto di cultura pop. Appassionato di alcol".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *