Gli scienziati hanno dimostrato un legame tra la perdita dei denti e la demenza

primario

  • Ogni anno ci sono circa 10 milioni di nuovi casi di demenza in tutto il mondo.
  • La maggior parte degli adulti ha 32 denti. Tra questi denti ci sono 8 incisivi, 4 canini, 8 premolari e 12 molari (compresi 4 denti del giudizio).

Un nuovo studio mostra che esiste un legame provato tra la perdita dei denti e la demenza. Per raggiungere queste conclusioni, i ricercatori britannici hanno compilato i risultati di 14 studi che includevano più di 34.000 adulti. All’interno di questo gruppo, più di 4.500 persone avevano una funzione cognitiva compromessa.

Conclusione: rispetto a coloro che avevano tutti i denti, le persone che hanno perso almeno un dente avevano una probabilità 1,48 volte maggiore di avere una funzione cognitiva compromessa e una probabilità 1,28 volte maggiore di sviluppare una forma di demenza.

Il numero di denti mancanti è importante

Inoltre, il rischio di neurodegenerazione era associato al numero di denti mancanti. Pertanto, con ogni ulteriore dente caduto, la probabilità aumentava dell’1,4% per un declino della funzione cognitiva. Il rischio di sviluppare demenza è aumentato dell’1,1%.

“I nostri risultati sottolineano l’importanza di mantenere una buona igiene orale al fine di mantenere la funzione cognitiva”, Gli autori hanno concluso.

READ  Podcast Science Words: R for Fitness

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *