F1: una velocità media di 250 km / h è prevista nel Gran Premio dell’Arabia Saudita

Gli organizzatori della gara hanno annunciato, giovedì, che il Gran Premio di Formula 1 in Arabia Saudita si terrà sul circuito cittadino più veloce della regione, con una velocità media fino a 250 km / h, e hanno rivelato i dettagli della pista.

Il circuito di 6175 km, di cui 27 giri, sarà il secondo circuito più lungo del calendario di F1.

Gli organizzatori della Formula 1 hanno annunciato in una dichiarazione che sarebbe stato “il circuito cittadino più veloce nella storia della Formula 1. Questo è ciò che i piloti scopriranno quando si schiereranno per partecipare al Gran Premio d’Arabia inaugurale a Gedda il 5 dicembre”.

“Il design del layout evidenzia il meglio del moderno circuito cittadino, ma presenta anche aree ad alto traffico che creeranno velocità elevate e capacità di sorpasso”, ha affermato Ross Brown, General Manager, Formula 1 Racing.

“Il posto è fantastico sul Mar Rosso e non vediamo l’ora di vedere le auto in pista a dicembre”, ha aggiunto.

Il 5 dicembre il Regno dell’Arabia Saudita ospiterà il primo Gran Premio di Formula 1 della sua storia. Questa gara notturna sarà la penultima della stagione 2021 di F1, che includerà 23 gare in totale.

“Non vediamo l’ora di accogliere gli appassionati di sport motoristici nel Regno dell’Arabia Saudita”, ha dichiarato il principe Khaled bin Sultan, presidente della Saudi Automobile and Motorsport Federation (SAMF).

“Anche se questa è la prima volta che ospitiamo un Gran Premio di Formula 1, ospitare eventi internazionali così importanti è un’altra conferma della capacità del Regno di gestire e organizzare questi eventi secondo i più alti standard”.

READ  La "scatola segreta" con i cuori spalancati in Francia 3

L’Arabia Saudita ha moltiplicato i principali eventi sportivi negli ultimi anni, poiché ha cercato di sviluppare il settore dell’intrattenimento e migliorare la sua immagine, ed è stata offuscata dalle critiche alle violazioni dei diritti umani nel regno ultraconservatore.

Il paese ospita già il Rally Dakar e le gare di Formula E.

Sul fronte calcistico, nel Paese sono state organizzate anche la Supercoppa italiana e la Supercoppa spagnola, rispettivamente nel 2019 e nel 2020.

Le organizzazioni per i diritti umani criticano regolarmente l’organizzazione di questi eventi sportivi internazionali in Arabia Saudita, che affermano mirano a “imbiancare” l’immagine del regno.

You May Also Like

About the Author: Drina Lombardi

"Analista. Creatore. Fanatico di zombi. Appassionato di viaggi. Esperto di cultura pop. Appassionato di alcol."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *