Ecuador: da gennaio sono stati registrati più di 700 casi di vaiolo delle scimmie, inclusi 58 decessi

Ecuador: da gennaio sono stati registrati più di 700 casi di vaiolo delle scimmie, inclusi 58 decessi

Martedì 9 maggio, il Ministro provinciale della Sanità dell’Ecuador, dottor Mbola, ha lanciato un appello per l’eradicazione dell’epidemia di vaiolo delle scimmie in questa provincia. Secondo lui, sono già stati segnalati più di 700 casi e finora dallo scorso gennaio ci sono stati 58 decessi.

Tutte le 18 regioni sanitarie sono interessate. L’epicentro dell’epidemia è a Bolomba, con i distretti sanitari di Bikoro ed Engindi.

Data l’entità della malattia, la provincia sta richiedendo un sostegno di emergenza al governo centrale e ai partner esterni.

I primi casi sono stati segnalati dal distretto sanitario di Bolomba, che confina con la provincia di Bevale (Chwapa), dove la malattia è diffusa. Ha poi colpito tutti i 18 distretti sanitari della provincia di Equateur.

Per più di 4 mesi, la contea ha lottato timidamente per prendersi cura dei malati, con il sostegno dell’Organizzazione mondiale della sanità, afferma il ministro della salute della contea.

Ma data l’entità della malattia, il dottor Mbula ha lanciato un appello al governo centrale affinché attui un programma di controllo del vaiolo delle scimmie e invii esperti con medicinali:

“… stiamo chiedendo a livello nazionale e ai partner tecnici e finanziari di venire ad aiutarci in questa situazione. Faremo in modo che venga messo in atto un programma specifico in modo da poter combattere questa malattia in Ecuador».

Per precauzione, il ministro invita la popolazione a evitare di mangiare selvaggina morta o malata nella foresta.

READ  Grande successo dei lavori realizzati per Ottobre Rosa a Bombas

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *