“Dobbiamo infliggere dolore” alla Apple, ha detto Zuckerberg a Facebook

Un nuovo rapporto afferma che Mark Zuckerberg ha detto ai dipendenti di Facebook “dobbiamo fare del male” in Apple nel 2018.

Du Wall Street Journal:

Il CEO di Facebook Mark Zuckerberg si lamenta da anni che Apple e il suo presidente, Tim Cook, hanno avuto troppa influenza sulle attività del gigante dei social media. Nel 2018, la sua rabbia è peggiorata.

Facebook è stato coinvolto in una controversia sulle sue pratiche di raccolta dei dati. Il signor Cook si è ammucchiato in un’intervista televisiva a livello nazionale, dicendo che la sua azienda privata non si sarebbe mai trovata in un tale ingorgo. Zuckerberg ha risposto dicendo che i commenti del signor Cook erano “estremamente falsi” e “totalmente incoerenti con la verità”.

In segreto, Zuckerberg era più duro. “Dobbiamo infliggere dolore”, ha detto al suo team, per il suo cattivo trattamento della società, secondo persone che hanno familiarità con lo scambio.

Il rapporto arriva sullo sfondo di una controversia molto pubblica tra Apple e Facebook sulle recenti modifiche a iOS 14 e al tracciamento degli utenti, una mossa che secondo Facebook potrebbe distruggere la sua attività pubblicitaria. Come rileva il rapporto, la controversia sembra protrarsi per diversi anni.

Nel 2017, dice il rapporto, Zuckerberg e Coke hanno avuto un incontro faccia a faccia che “non è andato bene”. Zuckerberg si è lamentato del ritardo nella revisione dell’app e ha ritenuto che Cook fosse “abrasivo”. Il calcio è arrivato nel 2018 quando Cook ha rilasciato commenti pubblici sul fiasco di Cambridge Analytica nel 2018:

All’inizio del 2018, Facebook ha rivelato che Cambridge Analytica, la società che ha aiutato la campagna presidenziale di Donald Trump, aveva utilizzato in modo improprio i dati della piattaforma dei social media, amplificando le preoccupazioni di vecchia data sulla grande quantità di informazioni che aveva ricevuto e raccolto dagli utenti.

Alla domanda su MSNBC cosa avrebbe fatto se fosse l’amministratore delegato di Facebook, il signor Cook ha risposto: “Non sarei in quella posizione”.

Gli attuali ed ex dipendenti di Facebook hanno affermato che i commenti del signor Cook hanno lasciato molti all’interno dell’azienda con la sensazione che Apple li stesse ingiustamente raccogliendo, con i dirigenti che si lamentavano del fatto che il signor Cook non distingueva i loro concorrenti sui social media allo stesso modo.

Il rapporto afferma che gli avvocati di Facebook e i funzionari delle comunicazioni “hanno discusso su come sollevare preoccupazioni antitrust su Apple attraverso gruppi di lobbying, agenzie di regolamentazione o una causa antitrust”.

READ  Finalmente la modalità di risparmio energetico per Mac con macOS Monterey

Offerte VPN: una licenza a vita per $ 16 e piani mensili per $ 1 e altro ancora

Facebook sostiene che gli annunci personalizzati e la privacy degli utenti potrebbero coesistere, annotando in un’e-mail alle aziende all’inizio di quest’anno. Facebook afferma che non ha altra scelta che offrire una nuova richiesta di attivazione per avvisare gli utenti prima di accettare di essere tracciati su app e dispositivi con un numero IDFA.

Il rapporto fa fortemente eco al rapporto pubblicato all’inizio di questa settimana secondo cui le frustrazioni simili di Epic Games con Apple sono durate quasi tre anni e che la società ha trascorso mesi a pianificare la causa antitrust contro la società.

You May Also Like

About the Author: Adriano Marotta

"Pluripremiato studioso di zombi. Professionista di musica. Esperto di cibo. Piantagrane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *