Curare i malati di cancro: l'Algeria ha registrato notevoli progressi, secondo gli oncologi

Curare i malati di cancro: l'Algeria ha registrato notevoli progressi, secondo gli oncologi

L’Algeria ha compiuto passi importanti nella cura del cancro. A dirlo non sono i politici, ma i medici specialisti.

Il professor Kamel Bouzid, direttore del dipartimento di oncologia del centro, ha sottolineato che “malgrado i problemi che ancora sussistono, nessuno può negare che il Paese abbia registrato notevoli progressi nel campo della cura dei pazienti affetti da questa malattia”. aljeria.

Intervenendo alla giornata di sensibilizzazione organizzata dall'Associazione Al-Rahma a Boumerdes, l'illustre oncologo ha confermato che “il territorio nazionale è coperto da quattro o cinque anni in modo omogeneo, sia per quanto riguarda le strutture di oncologia medica che nei centri di radioterapia .”

Va detto che questi sforzi sono stati compiuti sulla scia del forte aumento ogni anno dei casi di cancro in Algeria. Utilizzando i dati dell’INSP, il professor Okal ha segnalato 60.000 nuovi casi nel 2023, inclusi 14.000 casi di cancro al seno, seguiti da cancro del colon-retto, del polmone, della prostata, della tiroide e altri tumori.

Anche nei piccoli ospedali le persone affette da questa malattia non sono rare. “A Thénia EPH lavoriamo quotidianamente. Se non è il colon o la prostata, è il retto, il pancreas e la tiroide. ” Si rende conto anche che le cure “sono chiaramente migliorate, sia dal punto di vista chirurgico che medico”.

Dice: “Il paziente viene seguito dalla diagnosi fino alla guarigione, poiché la malattia viene rilevata in una fase precoce”, sottolineando le lacune da colmare, come il problema dei frequenti malfunzionamenti dello scanner e dell'endoscopio. Per alleviare le sofferenze dei pazienti, lo Stato ha iniziato ad aumentare il numero dei centri di cura su tutto il territorio nazionale.

READ  scienza | a piccole dosi

«Oggi abbiamo 22 o 23 centri di radioterapia, di cui 14 pubblici, il governo ha acquisito molti acceleratori e abbiamo formato oncologi e radioterapisti.

Ora esistono centri per il controllo del cancro anche negli Stati meridionali del Paese, come Béchar, Laghouat, Ouargla e El Oued. Ciò evita ai pazienti di dover percorrere lunghe distanze verso gli stati settentrionali per ricevere le cure”. Secondo lui, nonostante questi progressi, permangono molte carenze.

Trattamenti innovativi

Il professor Bouzid non ha mancato di parlare del ritardo nell'acquisizione di alcuni medicinali, che consentono l'utilizzo di trattamenti innovativi che si sono rivelati efficaci nel trattamento di diversi tipi di cancro. “La richiesta è stata registrata dal Ministero della Salute, purtroppo ci è stato detto che è molto costosa.

Il professor Chetwan conferma che è impossibile che tutte le molecole siano disponibili per tutti i tipi di cancro. Molti pazienti lamentano anche il problema degli appuntamenti molto distanti per le sedute di radioterapia di follow-up. “È dovuto a un problema di gestione. Perché nel settore pubblico i difetti non vengono risolti in tempo mentre nel settore privato non se ne parla mai?”

Altri medici intervenuti a questa giornata hanno sottolineato l'importanza della prevenzione adottando un approccio multisettoriale nella lotta contro il cancro, sottolineando che questa deve iniziare a livello del nucleo familiare e della scuola.

Da parte sua, il dottor Ozette è tornato sulla necessità di migliorare la diagnosi precoce per ridurre i costi del trattamento e le possibilità di sopravvivenza dei pazienti.

Il dottor Al-Zaidi, dell'ospedale universitario Beni Messous, ha discusso i fattori che aumentano il rischio di cancro, citando la dipendenza da tabacco e alcol, l'obesità, uno stile di vita sedentario e una cattiva alimentazione. Ma ci sono anche, secondo lei, predisposizioni genetiche, come la contraccezione ormonale, l’interruzione della gravidanza e il mancato allattamento al seno, che aumentano il rischio di cancro al seno nelle donne.

READ  Il Mondo della Scienza è tra i luoghi notturni più fotografati del Nord America

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *