Cultura – Tempo Libero – Bastia Italian Film Festival: La 36esima edizione non ha precedenti sotto più di un aspetto

Cultura – Tempo Libero – Bastia Italian Film Festival: La 36esima edizione non ha precedenti sotto più di un aspetto

La data sta arrivando. Là La 36esima edizione del Festival del Cinema Italiano A Bastia Si svolgerà dal 3 al 18 febbraio.

Il programma comprende venti film, diciotto dei quali non sono mai stati proiettati prima in Francia. È presentato in sei categorie: Concorso, Panorama, Italia per le Donne, Sezione Lode, Cinema Memoria e Cinema Giovanile.

Dramma rurale, questioni sociali, commedia politica, thriller, affresco storico… Sei lungometraggi concorreranno per uno dei premi del festival, compreso il Premio della Giuria. Quest'anno è presieduto dalla cantante e attrice Patricia Gattasica ed è composto anche da Marie Flora Sammarcelli, Presidente del LAMA Film Festival; Christophe De Caro, insegnante di filosofia e libraio; Carlo Baldacci Carli, sceneggiatore e scrittore toscano.

La sezione “L'Italia al femminile” presenta quattro film che esaminano lo sviluppo della condizione femminile.

L'attore Pierfrancesco Favino sarà omaggiato con le sue interpretazioni Capo Scritto da Eduardo De Angelis e Adagio di Stefano Sollima, Direttore di Sulphur Subura Che è stato portato avanti dall'attore stesso e ha lasciato il segno nel pubblico del festival nel 2016.

Cine Memoria mostra l'indimenticabile Compleanno speciale Scritto da Ettore Scola con Sophia Loren e Marcello Matroianni

La rassegna si aprirà e si concluderà come di consueto in musica presso L'Alb'oru con il concerto il 3 febbraio del pianista Emanuele Marini e della chitarrista Sandrine Luigi e il 10 febbraio de L'Archetti bastiacci.

L'eclettico programma prevede anche una conferenza di Didier Ottaviani sul tema “Politica e Medicina in Machiavelli”, il Salone Letterario di Mosanostra che discuterà il posto dell'Italia nel romanzo corso contemporaneo, e un disegno con mostra di Marie Bronzini, la nota voce di Machiavelli. RCFM, gastronomia, ecc.

READ  Squid Game: verso un film più violento della serie?

Nuova configurazione

Organizzata con passione dal team di volontari attorno a Jean-Baptiste Cros, presidente e cofondatore del festival con René Vialli, questa 36a edizione offre una composizione straordinaria. A causa della chiusura della sala operativa e dell'effettiva riduzione della capacità di accoglienza, il Festival Italiano proseguirà per due settimane invece della consueta settimana: la proiezione dei film proseguirà per una settimana dopo la serata di chiusura del 10 febbraio.

I film saranno proiettati in tre luoghi di proiezione: Alborough Cultural Centre, cinema Le Studio e Le Regent. Ogni film verrà proiettato quattro volte. Presso L'Alb'Oru ​​e in studio, due sessioni saranno riservate al pubblico scolastico.

Ogni sera, la Comunità Urbana di Bastia metterà a disposizione del pubblico un servizio navetta affinché possa recarsi al Centro Culturale dei Quartieri Sud.

Bastia e il cinema italiano è una storia lunga e bella, di cui tra due settimane si aprirà un nuovo capitolo.

www.festivalcineitalienbastia.com

You May Also Like

About the Author: Drina Lombardi

"Analista. Creatore. Fanatico di zombi. Appassionato di viaggi. Esperto di cultura pop. Appassionato di alcol".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *