Clinique Ormeau: un acceleratore di particelle per migliorare il trattamento del cancro

Clinique Ormeau: un acceleratore di particelle per migliorare il trattamento del cancro

Halcyon, il terzo acceleratore di particelle che permette di curare i tumori con la radioterapia, è stato inaugurato ieri alla Clinica Ormeau.

Halcyon, questo è il nome della terza macchina che curerà con la radiologia i malati di cancro degli Alti Pirenei.

Questa ultima generazione di acceleratori di particelle consentirà di soddisfare meglio le esigenze perché, come sottolinea il dott. Guillaume Peraga, direttore del Gruppo di radioterapia e oncologia dei Pirenei (GROP), “l’attività dell’oncologia è in aumento. L’esame si sta sviluppando. Ci sono sempre più tumori. È sempre meglio curare e vivere Le persone stanno diventando più alte e più lunghe. C’è un crescente bisogno di cure, comprese le radiazioni. Per migliorare l’assistenza ai pazienti e trattarli il più rapidamente possibile, quindi ci stiamo muovendo da due o tre macchine. Con, più una migliore qualità del trattamento e meno effetti collaterali.”

Esternamente, l’acceleratore di particelle sembra uno scanner. Una macchina di questo tipo costa 5 milioni di euro per un periodo di 10 anni. Cura tra i 50 ei 60 pazienti al giorno. La sessione radiografica dura circa 10 minuti. Guillaume Peraga assicura che a Tarbes trattiamo tutti i tipi di cancro, ad eccezione di quelli dei bambini che ricevono cure nei centri di riferimento, a Tolosa oa Bordeaux.

“Questo dispositivo è abbastanza versatile. Ci consentirà di eseguire i trattamenti appropriati per i pazienti con cancro al seno, con ostruzione del respiro che ci consentirà di proteggere meglio gli organi vulnerabili come il cuore. Ridurrà anche i rischi di una successiva tossicità. Questi sono le tecniche utilizzate in tutti i principali centri di radioterapia e che abbiamo iniziato a creare qui, con macchine più tradizionali… Con tre macchine ora in loco, questo ci permetterà di trattare tutti più facilmente.Ora abbiamo un’offerta di radioterapia più completa in Tarbes che eviterà di inviare i pazienti in altri siti”, spiega il radioterapista Pierre Mary Pialat.

READ  L'interdipendenza della diplomazia scientifica... la soluzione secondo l'ex premier (dott.ssa Lasina Zerbo) - Burkina24.com - Burkina Faso News 24h/24

Una nuova macchina va bene, a condizione che tu abbia personale per farla funzionare. E in questo aspetto, Guillaume Peyraga accoglie una squadra densa e rinforzata.

“È lo standard di eccellenza.”

Il Dr. Bernard Couderc, fondatore nel 1972 del Centro di Oncologia della Clinique de l’Ormeau, che ha diretto fino al 2012, ha espresso la sua emozione quando si è trovato in questa stanza “dove la radioterapia è iniziata 50 anni fa a Bigorre… in questo , sono stati curati più di mille pazienti e ho, per i miei colleghi defunti, un pensiero affettuoso e ricordi particolarmente forti… Oggi il GROP ha potuto svilupparsi nel triangolo Pau-Tarbes-Lourdes e, inoltre, un eccezionale offerta di cure nella radioterapia di pazienti Bigordin, Bjarne e persino Guasconi.Con una piattaforma tecnica molto avanzata: 6 acceleratori di particelle, 3 a Tarbes e 3 a Pau, un team di uomini e donne al top li pilota.In insomma, è il livello di eccellenza… Dimostri che con molta buona volontà e intelligenza, “c’è spazio per progetti su larga scala in due regioni, Occitania e Neuquitin, quando sappiamo come attraversare i confini. Complimenti per questo successo e grazie a tutti i malati di cancro colpiti”.

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *