Ci sarà un “sottoseme” nel nucleo della Terra

Ci sarà un “sottoseme” nel nucleo della Terra

La sua esistenza è sospettata ormai da diversi anni, ma un nuovo studio ha rafforzato questa ipotesi: il nucleo interno della Terra contiene al suo centro un solido “sottoseme” di ferro con un raggio di 650 km!

È spiegato in tutti i libri di testo. La Terra è composta da quattro strati principali: la crosta, il mantello, il nucleo esterno e il nucleo interno, chiamato anche seme. Sì… ma da studi recenti sembra che questa architettura sia un po’ incompleta. Perché il gioco delle bambole russe non si fermerà qui: dentro il nucleo interno ci sarà… un altro nucleo, ancora più piccolo. Si potrebbe dire che sta iniziando a produrre molti nuclei! Sì, ma i dati sismici ci sono.

Nucleo esterno, nucleo interno… Sì, ma non solo!

Ricordiamo lo stato attuale delle conoscenze: sotto il mantello, il nucleo esterno si estende da 2.885 a 5.155 km. Ha quindi uno spessore di 2270 km ed è costituito principalmente da ferro e nichel allo stato liquido. È anche l’unico strato non solido della Terra. Racchiude il nucleo interno (o seme), con un raggio di 1.220 km, anch’esso piuttosto solido e composto dalla stessa lega, anche se sicuramente più concentrata in ferro. Nonostante questo nucleo interno sia oggetto di molti studi, la sua struttura e composizione sono ancora molto misteriose, soprattutto nella sua parte più profonda. Non dobbiamo dimenticare che la piena conoscenza che abbiamo della struttura interna del globo ci viene dall’analisi delle onde sismiche. Sebbene queste onde si propaghino in tutte le direzioni, le incertezze riguardanti il ​​nucleo interno sono legate al fatto che il centro della Terra non è ben ripreso dalle onde generate durante i forti terremoti rispetto alle regioni meno profonde del globo.

READ  The Valiant: THQ Nordic annuncia un nuovo gioco di strategia in tempo reale

Tuttavia, negli ultimi 20 anni, alcuni studi hanno dimostrato che il nucleo interno non è così omogeneo come si vorrebbe credere. Le velocità delle onde sismiche che hanno già attraversato il seme rivelano che questo strato ha una certa anisotropia. Ciò significa che ha proprietà fisico-chimiche che fanno sì che le onde si propaghino più velocemente in determinate direzioni rispetto ad altre. Per alcuni scienziati, questa è la prova di un nucleo più “interno” che avrebbe proprietà distinte dal resto del nucleo. Le caratteristiche sono ancora relativamente vaghe.

Onde che giocano a ping pong dentro la Terra

Sulla base di un’analisi delle onde P che risuonano molte volte all’interno della Terra e quindi hanno attraversato molte volte il nucleo interno, due ricercatori diUniversità nazionale australiana From Canberra fornisce un resoconto approfondito di questo “sottoseme” al centro della Terra. I loro risultati sono stati pubblicati in Tipo connessioni.

Le onde studiate sono multipli delle onde PKIKP. Queste onde, che si producono in superficie a livello delle zone di subduzione, attraversano la Terra da un lato all’altro passando per il nucleo interno, prima di riflettersi al di sotto della superficie terrestre situata nel punto di subduzione dell’epicentro e riattraversare il nucleo nella direzione opposta con un angolo leggermente diverso. Come una pallina da ping-pong, queste onde PKIKP riverberavano fino a cinque volte il diametro della Terra prima di essere registrate da un sismografo.

Confrontando i tempi di arrivo di queste onde molto specifiche, i ricercatori sono stati in grado di determinare la presenza di un sottoseme lungo 650 km al centro del nucleo interno. Tuttavia, non sembrava esserci molta differenza nella composizione. Resta da capire la composizione di questo sottoseme. Secondo gli autori, potrebbe essersi formato dopo un evento importante nella storia della Terra. La loro presenza potrebbe anche aver contribuito alla generazione del campo magnetico terrestre, che ha svolto un ruolo importante nello sviluppo della vita sul nostro pianeta.

READ  Starfall ha raggiunto il picco durante la notte da sabato a domenica - rts.ch

You May Also Like

About the Author: Adriano Marotta

"Pluripremiato studioso di zombi. Professionista di musica. Esperto di cibo. Piantagrane".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *