Australia: rete di infezioni pediatriche smantellata con l’aiuto dell’FBI

Australia: rete di infezioni pediatriche smantellata con l’aiuto dell’FBI

La polizia australiana ha annunciato martedì di essere riuscita a salvare 13 bambini dalle grinfie di un “sofisticato” giro di criminalità infantile che avevano smantellato e ha arrestato 19 uomini con l’aiuto dell’FBI.

Condiviso sul dark web – una versione parallela di Internet dove è garantito l’anonimato degli utenti – materiale crittografato che mostra pedofilia, ha spiegato alla stampa il capo della Polizia Federale, Helen Schneider, questa rete.

“L’estensione dei mezzi utilizzati da questa rete per evitare il rilevamento mostra quanto sia pericolosa”, ha affermato.

La polizia ha aggiunto che tra i detenuti c’erano molti australiani che lavoravano nel campo della tecnologia dell’informazione.

La rete potrebbe essere smantellata nell’ambito di una più ampia indagine internazionale del Federal Bureau of Investigation, la polizia federale degli Stati Uniti, con 79 persone già incriminate.

Questa indagine di lunga data ha fatto notizia nel 2021 quando due agenti dell’FBI, Danielle Alvin e Laura Schwarzenberger, sono stati uccisi e altri tre agenti sono rimasti feriti durante una perquisizione di un appartamento a Sunrise, in Florida.

READ  Colpi di droni in Crimea: il Canada si rifiuta di commentare le accuse russe

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *