Attivisti ambientalisti deturpano le acque della Fontana di Trevi

Attivisti ambientalisti deturpano le acque della Fontana di Trevi

Domenica gli attivisti ambientali hanno dipinto di nero il bacino della famosa Fontana di Trevi a Roma. Gli attivisti dell'organizzazione Last Generation, che intensifica i suoi movimenti per denunciare l'inerzia del governo di fronte al cambiamento climatico, si sono arrampicati sulla fontana e hanno sparso nell'acqua un liquido vegetale nero prima di versarla. Poi se ne sono andati, accompagnati dalla polizia.

Mattia, 19 anni, che non ha voluto rivelare il suo cognome, ha preso parte a quest'opera «perché la terribile tragedia accaduta nei giorni scorsi in Emilia-Romagna è un monito del futuro oscuro che attende l'umanità». Quattordici persone sono morte e oltre 36.000 altre sono state sfollate a seguito delle inondazioni che hanno colpito la regione Emilia-Romagna. Sei mesi di pioggia sono caduti in trentasei ore questa settimana in Emilia-Romagna, provocando le “alluvioni del secolo” in questa ricca regione agricola e turistica.

L’ultima generazione ha iniziato ad attuare azioni in Italia nel 2022 prima delle elezioni generali per invitare i leader di tutti i partiti politici a fare dell’emergenza climatica la loro priorità. Gli attivisti hanno intensificato le loro azioni in tutta Europa, lanciando zuppe, purè di patate e vernice lavabile contro le finestre per proteggere i dipinti famosi esposti nei principali musei o nei siti del patrimonio culturale.

READ  Settimana della Lingua Italiana. L'artista italiano Danilo Audiello canta a Meknes

You May Also Like

About the Author: Drina Lombardi

"Analista. Creatore. Fanatico di zombi. Appassionato di viaggi. Esperto di cultura pop. Appassionato di alcol".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *