Anoressia e bulimia: quattro volte più casi dal 2020

Anoressia e bulimia: quattro volte più casi dal 2020

L’associazione regionale Anorexie Boulimie Occitanie organizza martedì 4 giugno 2024 a Tolosa una giornata di dibattito aperta a tutti. Sul tema “Insieme, cambiamo le linee”, gli operatori sanitari presenteranno le loro competenze attraverso diverse conferenze dalle 9:00 alle 17:00 presso l’Anfiteatro Bernard Maris, 12 Place Saint-Etienne (Spazio Sanitario CPAM). In particolare verranno affrontati il ​​rifiuto dei disturbi alimentari (TCA), i disturbi tra fratelli nel pronto soccorso, l’iperattività fisica e l’ospedalizzazione.

Dal 2003, l’Associazione Anorexie Boulimie Occitanie, composta da volontari, informa, sensibilizza, aiuta e guida le persone affette da anoressia nervosa, bulimia e disturbo da alimentazione incontrollata, nonché le loro famiglie e i loro cari.

“Prima della pandemia il numero delle persone colpite, soprattutto adolescenti e giovani adulti, era in aumento, dal 2020 il numero dei pazienti è quadruplicato. Stiamo cercando di sensibilizzare il più possibile perché è importante riconoscere precocemente queste patologie invasive a livello familiare», attesta Claude Bois, presidente dell’Associazione.

READ  Cheratocongiuntivite primaverile: una malattia dell'occhio poco riconosciuta

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *