Israele sta distruggendo la strada per il più grande ospedale di Gaza

Gli aerei da guerra israeliani hanno bombardato diversi edifici e strade in una parte vitale di Gaza City domenica mattina presto.


Agenzia di stampa

Secondo le foto rilasciate da residenti e giornalisti locali, gli attacchi aerei hanno creato un cratere che ha chiuso una delle strade principali che portavano all’ospedale Al-Shifa, il più grande ospedale della Striscia di Gaza.

Il ministero della Salute ha affermato che i recenti attacchi aerei hanno causato almeno due morti e 25 feriti, tra cui donne e bambini. Ha aggiunto che i soccorritori stavano ancora scavando sotto le macerie e finora hanno trasferito cinque persone ferite.

Due ore dopo l’inizio di questo intenso bombardamento, l’IDF non ha commentato.

Nel frattempo, un portavoce delle Nazioni Unite alle Nazioni Unite ha affermato che il segretario generale Antonio Guterres è “profondamente turbato” dall’attacco aereo israeliano che ha distrutto un edificio a Gaza City che ospitava gli uffici di molte organizzazioni e media internazionali e appartamenti. Antonio Guterres ha detto di essere turbato dal crescente numero di vittime civili.

“Il Segretario generale ricorda a tutte le parti che qualsiasi attacco contro strutture civili e mediatiche viola il diritto internazionale e deve essere evitato a tutti i costi”, ha detto sabato il portavoce Stephane Dujarric.

Sabato scorso, un attacco aereo israeliano ha distrutto un alto edificio che ospita l’Associated Press, Al Jazeera e altri media che aveva messo in guardia contro il targeting.

Antonio Guterres ha anche evidenziato l’uccisione di 10 membri della famiglia, compresi bambini, a seguito di un attacco aereo israeliano venerdì nel campo profughi di Shati a Gaza.

READ  India: almeno 18 resti di elefanti scoperti, apparentemente morti a causa di un fulmine

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *