Bere il tè significa vivere più a lungo e in modo più sano

lo studio Uno studio di coorte prospettico condotto da un team di ricercatori del National Institutes of Health (NIH) ha valutato le associazioni tra il consumo di tè e la mortalità per tutte le cause e per causa specifica, utilizzando i dati della biobanca britannica. I ricercatori hanno anche valutato se le associazioni differissero in base all’uso di additivi comuni per bere il tè, in particolare latte e zucchero. Sono state inoltre considerate la temperatura del tè consumato e le variabili genetiche che influenzano il tasso di metabolismo della caffeina.

  • Tra i partecipanti (dalla UK Biobank) mezzo milione di uomini e donne di età compresa tra i 40 e i 69 anni:
  • L’85% consuma regolarmente tè.
  • Di questi consumatori, l’89% ha consumato tè nero;
  • Per chi non beve il tè,

I partecipanti che consumavano due o più tazze al giorno avevano un rischio di morte ridotto del 9-13%;

  • L’associazione tra consumo di tè e minore mortalità è stata osservata indipendentemente dal consumo di caffè e indipendentemente dall’aggiunta di latte o zucchero, dalla temperatura del consumo o anche da varianti genetiche associate al metabolismo della caffeina.

Pertanto, il consumo regolare di tè, anche a livelli di consumo moderati, fa parte di una dieta sana che sostiene una vita sana.

READ  Il corpo macchina è progettato per il funzionamento

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.