Washington afferma che il Cremlino sta lottando per rafforzare l’esercito russo

Un alto funzionario del Pentagono ha detto lunedì che l’esercito russo sta lottando per reclutare nel mezzo del conflitto con l’Ucraina, cercando volontari anche nelle carceri, al punto che le nuove reclute sono spesso “vecchie, in cattive condizioni e scarsamente addestrate”.

• Leggi anche: L’assassinio di un agente ucraino delle forze russe nella regione di Kherson

• Leggi anche: A Zaporizhia, vicino alla vulnerabile centrale nucleare, ci stiamo preparando al peggio

La scorsa settimana il presidente russo Vladimir Putin ha ordinato un aumento della forza dell’esercito russo del 10%, ovvero circa 137.000 soldati, entro gennaio 2023.

Ma il funzionario, che ha chiesto di non essere nominato, ha detto ai giornalisti che “è improbabile che questi sforzi abbiano successo”, spiegando che l’esercito russo ha storicamente lottato per raggiungere i suoi obiettivi di reclutamento.

Gli Stati Uniti stimano che la forza dell’esercito russo fosse di 150.000 soldati inferiore all’obiettivo dichiarato di 1 milione nel febbraio 2022, prima dell’invasione dell’Ucraina.

Da allora, la Russia ha cercato di inviare al fronte soldati di professione anziché coscritti, ma il conflitto è costoso in termini di risorse umane e materiali.

“La Russia ha già iniziato a reclutarne altri per formare almeno un battaglione di volontari in ogni regione e per formare un terzo corpo d’armata”, ha detto. “Lo hanno fatto abolendo l’età minima per le nuove reclute e anche reclutando prigionieri”.

Ha concluso il suo discorso dicendo: “Possiamo notare che molte di queste nuove reclute erano vecchie, in cattive condizioni e scarsamente addestrate”. “Tutto questo suggerisce che le nuove reclute che la Russia potrebbe attirare entro la fine dell’anno non aumenteranno la potenza di combattimento del Paese”.

READ  Rinviare le prime elezioni palestinesi in 15 anni

Dopo aver fallito nella cattura di Kiev all’inizio dell’intervento, le forze russe stanno ora concentrando i loro sforzi nell’Ucraina orientale e meridionale, dove i fronti si sono mossi poco nelle ultime settimane.

Il Cremlino si è finora astenuto dal procedere con una mobilitazione generale, una misura che molti russi temono.

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.