Nuove analisi indicano “nessuna prova” di Ebola in Costa d’Avorio

Le autorità ivoriane avevano identificato il virus in una giovane ragazza della Guinea.

là”nessuna prova“Sulla presenza del virus Ebola in Costa d’Avorio, dopo le nuove analisi condotte dall’Istituto Pasteur di Lione (Francia) su campioni prelevati da un giovane guineano presentato dalle autorità ivoriane come infetto, annunciato a metà agosto Martedì 31 agosto, dall’Organizzazione mondiale della sanità.

«Con i nuovi risultati ottenuti dal laboratorio di Lione, l’Organizzazione Mondiale della Sanità stima che la paziente non abbia la malattia da virus Ebola e sta conducendo ulteriori analisi sulla causa della sua malattia., si riferisce a una dichiarazione rilasciata dall’Organizzazione mondiale della sanità.

«Da quando la Costa d’Avorio ha annunciato la divulgazione del caso“Il 14 agosto, su una ragazza guineana di 18 anni che è arrivata ad Abidjan via terra dal suo paese dopo un viaggio di 1.500 chilometri”,Nei due Paesi sono stati registrati più di 140 contatti. Nessun altro ha mostrato sintomi della malattia, né è risultato positivo all’EbolaL’OMS aggiunge. Di conseguenza, l’organizzazioneOra sta declassando i suoi interventi in Costa d’Avorio dal livello di risposta al livello di allerta».

5000 dosi di vaccino contro l’Ebola

Dieci giorni dopo aver dichiarato il caso presentato come Ebola, a seguito delle analisi dell’Istituto Pasteur di Abidjan, il Ministero della Salute ivoriano ha annunciato che la giovane donna”guaritoQuesta scoperta è stata presentata come il primo caso confermato di Ebola in Costa d’Avorio dal 1994, in questo Paese vicino alla Guinea che è stato duramente colpito dal 2013 al 2016 e dove il virus è riemerso nel 2021.

READ  Fête de la Science Sens Sens venerdì 1 ottobre 2021

Le autorità sanitarie ivoriane hanno ricevuto 5.000 dosi di vaccini Ebola e il 17 agosto hanno avviato una campagna di vaccinazione per gruppi target, personale sanitario che ha avuto contatti diretti con il paziente e forze di sicurezza schierate al confine con la Guinea. Sono stati vaccinati anche i parenti e i vicini della giovane donna della regione di Abidjan dove risiedeva brevemente dopo il suo arrivo, così come coloro che hanno avuto contatti con lei durante il suo viaggio.

La Guinea ha subito messo in dubbio la diagnosi della Costa d’Avorio e ha chiesto nuove analisi. In risposta, il Ministero della Salute ivoriano ha affermato di non avereDubbiosulla diagnosi. “Le autorità guineane dubitano della diagnosi clinica, io non ho dubbi sulla mia analisi, sono uno specialista in malattie infettive e un medico, e non c’è errore nella presentazione clinicaUn portavoce del Ministero della Salute, Serge Iholy, capo del dipartimento di malattie infettive e tropicali del CHU di Treitchville ad Abidjan, che ha ricevuto il paziente, ha detto all’AFP.

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *