“Non possiamo ridurre la cultura a intrattenimento e schermi”.

8:00, 12 febbraio 2021

“Con Verdi siamo in giro fin dall’infanzia”, ​​ama ripetere Ludovic Teese con il suo bellissimo accento italiano vicino al sole. Questo marsigliese, nutrito artificialmente all’opera da genitori amanti della musica che hanno il gusto raffinato di portare i loro piccoli “in paradiso” da Mozart, Wagner e Verdi, è oggi uno dei baritoni più famosi della sua generazione. Partner di lunga data delle star Jonas Kaufman e Roberto Algna. Non a caso il suo primo album solista, accompagnato dall’Orchestra del Teatro Comune di Bologna, è stato dedicato a Giuseppe Verdi.

“J’ai toujours adoré Verdi et, si j’en crois le master Frédéric Chaslin, qui m’a guidé dans cette aventure, c’était le bon moment pour moi d’enregistrer ce disque”, dit l’artiste lyrique de 52 Anni. Classificandolo come un cantante Grand Verdian, ha guadagnato una ricca carriera assumendo ruoli: Simon Boccanegra, Rigoletto e Macbeth nei ruoli principali, ma anche Germont in TraviataJago sta ballando Otello, Scarpia Tosca, Rodrigue V. Don CarlosVargas Dance Il potere del destino, Ford a Falstaff Luna ha promesso di entrare Le Trover. Li onorava tutti, per quanto complicati fossero. Per la cronaca, li ha invitati quasi tutti e ha chiamato Nabucco, che spera possa presto suonare sul palco.

Speriamo di fornire Aida In aprile a Parigi

“È un disco che non ho mai osato prima, è incazzato. Per arrivarci, devi essere già passato per Mozart, Bellini, Rossini. Perché Verdi è costruito da tutto questo. La sua qualità richiede. Il dramma è una tavolozza di espressioni, un’opera teatrale che trascende la canzone: “Il bello è il modo di vivere”. Un viaggio in cui ha dovuto incontrare anche più di un regista. “Esatto, ho conosciuto delle persone molto buone, come Jean-Pierre Vincent, che conosce il baritono. Ci sono anche ore passate ad ascoltare anziani come Piero Capicelli ed Ettore Bastianini. Mi hanno ispirato e aiutato a posizionarmi questa vasta area del paese verdiano dove potrei Uno è solo nel dramma “.

READ  La TV leggendaria mostra la dirigente di Netflix Jennifer Breslow

Leggi anche – Roberto Algna: “Quattordici prove in venti giorni!”

Il disco è stato registrato un anno fa quando l’epidemia si è diffusa nel mondo, e il disco è stato progettato con l’ambizione di essere più vicino a un’esperienza dal vivo. “Non stavamo cercando tanto la perfezione quanto l’autenticità in quello che potevamo sentire al concerto, volevamo un suono realistico e coinvolgente. E umilmente penso che ci siamo riusciti”. Un’esperienza stilizzata dell’occasione in due versioni, francese e italiana, con la straziante canzone di Rodrigue, Marchese de Boza, che muore davanti a Don Carlo. “Forse questa canzone tragica è ciò che mi colpisce di più perché è una rivendicazione di umanità, una proclamazione di un ideale più alto. La canto due volte e ha una risonanza speciale in questo momento.”

In Italia e in Spagna non c’era nessun conglomerato di cinema. Sarei stato orgoglioso che la Francia fosse più audace.

Perché se giochi e basta ThysDe Massenet, a Monaco, ripete in questi giorni Aida A Parigi nella speranza di poterlo presentare ad aprile, Ludovic Tezière è ancora molto preoccupato per la situazione in Francia: “L’anno scorso, quando Manon Mi sono fermato per reclusione, non riesco più a dormire. Questo evento ha rivelato la fragilità del nostro ambiente e la fragilità di tutti i prodotti artigianali, che alcuni consideravano un lusso non necessario. Ma non puoi ridurre la cultura a intrattenimento e schermi, o chiudere tutto in quel modo. Non che il trono dell’opera in piazza ci renda indistruttibili “.

Il bel sindaco Christian Astrozi è scioccato di non aprire nulla prima di metà settembre

Se ha avuto la fortuna di potersi esibire sul palco a Napoli all’aperto a giugno alla Tosca, poi a Parma al Macbeth ea Barcellona in autunno con Le TroverBaritono non si muove: “Non riesco a dimenticare tutti i miei compagni di squadra rimasti, è molto inquietante”. Fu rassicurato dalla nomina di Roslyn Bachlow, grande amante dell’opera, al Ministero della Cultura. “È stata una reazione alle nostre paure, mettere i soldi sul tavolo. È davvero bello vedere la devastazione nei teatri anglosassoni”, ammette Ludovic Teze. Dopodiché, dobbiamo arrenderci. Traviata Questo inverno a Parigi è stato straziante. Mi chiedo. In Italia e in Spagna non c’era nessun conglomerato di cinema. Sarei stato orgoglioso se la Francia fosse stata più audace “.

READ  "Amo il jazz impuro di Hollywood"

Leggi anche – Il cantante, Dominic ha trovato “freschezza e semplicità nello scrivere”

Nel frattempo, la sua rabbia va altrove: “Quello che mi ha veramente scioccato è il sindaco di Nizza, Christian Estrozzi. Ha detto che non aprirà nulla prima di metà settembre. Non è Nostradamus, per quanto ne so! Dacci il tempo di prendere una decisione, non rifiutare. Aspettati una ripresa, questo è vitale. “

ha dato *** (Sony classico)

You May Also Like

About the Author: Drina Lombardi

"Analista. Creatore. Fanatico di zombi. Appassionato di viaggi. Esperto di cultura pop. Appassionato di alcol."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *