La NASA sceglie SpaceX per la sua prossima missione con equipaggio sulla luna Affari | il Sole

L’articolo è riservato agli abbonati

La NASA ha detto venerdì che la NASA ha scelto SpaceX per inviare astronauti americani in arrivo sulla luna, per la prima volta dal 1972, dando a Elon Musk una grande vittoria.

IlContratto da 2,9 miliardi di dollari per la navicella spaziale Starship, che è in fase di test presso il sito SpaceX in Texas.

“Oggi sono molto entusiasta e siamo tutti molto entusiasti di annunciare che ci è stato assegnato un premio SpaceX per lo sviluppo di un sistema di atterraggio lunare”, ha affermato Lisa Watson Morgan, Direttore del programma della NASA.

SpaceX ha superato Dynetics e Blue Origin di Jeff Bezos per diventare l’unico fornitore del sistema, una rottura con il passato poiché la NASA spesso sceglie diverse società nel caso in cui una fallisca.

Secondo gli analisti del settore, la decisione rafforza Elon Musk, creata nel 2002 con l’obiettivo di conquistare Marte, piuttosto che il suo partner privilegiato della NASA nel settore privato.

L’anno scorso, SpaceX è diventata la prima azienda privata a inviare con successo una squadra a bordo della Stazione Spaziale Internazionale, dando agli americani la possibilità di compiere questa impresa, per la prima volta dalla fine del programma dello space shuttle.

SpaceX ha mostrato il suo veicolo spaziale riutilizzabile, progettato per trasportare grandi equipaggi e carichi utili per lunghi voli spaziali, che possono atterrare in posizione verticale.

Nell’ambito del programma Artemis, che mira a riportare gli uomini sulla luna, la NASA vuole utilizzare il pesante razzo SLS (Space Launch System) per lanciare quattro astronauti a bordo della capsula Orion, che attraccherà poi a una stazione in orbita lunare chiamata Gateway . .

Il razzo Starship, pronto a ricevere due membri dell’equipaggio, attenderà l’ultima tappa del volo verso la superficie della Luna.

L’idea è che la stazione Gateway funga da intermediario, ma per la missione iniziale, Orion potrebbe attraccare direttamente alla nave stellare, ha detto Watson-Morgan.

Gli astronauti trascorrono quindi una settimana sulla luna, prima di salire a bordo del razzo Starship per tornare in orbita lunare e tornare sulla Terra a bordo della Orion.

Allo stesso tempo, SpaceX mira a combinare la sua navicella spaziale Starship con il suo razzo estremamente pesante, al fine di creare una macchina alta 120 metri, il veicolo di lancio più potente mai schierato.

Un uomo ha messo piede sulla luna per l’ultima volta nel 1972, con il programma Apollo.

La NASA vuole tornare lì e stabilire una presenza permanente con una stazione spaziale lunare, per testare nuove tecnologie che apriranno la strada a una missione con equipaggio su Marte.

Nel 2019, l’allora vicepresidente Mike Pence ha sfidato la NASA a far atterrare la prima donna e il prossimo uomo sulla luna entro il 2024, ma quel programma sarà probabilmente rilassato sotto la presidenza di Joe Biden.


You May Also Like

About the Author: Adriano Marotta

"Pluripremiato studioso di zombi. Professionista di musica. Esperto di cibo. Piantagrane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *