Israele/influenza aviaria: quasi 600.000 polli sono stati macellati in totale, secondo quella che è stata annunciata come una carenza di uova

Il Ministero dell’Agricoltura ha annunciato che saranno stabilite quote di importazione di uova

Dopo che il virus dell’influenza aviaria si è diffuso la scorsa settimana in diversi pollai a Moshav Margaliot, nel nord, sabato il ministero dell’Agricoltura israeliano ha annunciato che saranno macellati quasi 600.000 polli e che dovranno essere abbattuti. Aspettatevi un’imminente carenza di uova nel paese.

Il ministero ha indicato che il pollame infetto è già stato isolato e la commercializzazione delle uova provenienti da questi allevamenti è stata interrotta. Sono state inoltre adottate misure precauzionali per prevenire la diffusione del contagio in tutta la regione.

Il ministero dell’Agricoltura ha recentemente annunciato che saranno fissate quote di importazione di uova per far fronte alla carenza.

“Ho chiesto alle autorità interessate di prepararsi a portare uova dall’estero per soddisfare le esigenze dei consumatori israeliani. Ho anche ordinato ai servizi veterinari dello Stato di utilizzare tutti i mezzi disponibili per soddisfare le esigenze dei consumatori israeliani. Il virus dell’influenza aviaria non si sta diffondendo”, ha detto Oded Forer, ministro dell’agricoltura.

Dal marzo 2006, quando sono stati scoperti i primi casi di influenza aviaria nei kibbutzim di Holit e Ein Hashlosha nel sud del Paese, e a Moshav Sde Moshe nella regione di Lachis, Le infezioni con questo virus vengono rilevate quasi ogni anno nel paese.

READ  Consapevolezza dello screening del cancro cervicale per le donne Mahor

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *