Elenco. Deconfinement: dove e come sarà possibile viaggiare dal 3 maggio?

Di base
A partire da lunedì 3 maggio, le restrizioni di viaggio verranno revocate. Verrà alzato il limite di 10 km e sarà possibile viaggiare all’estero, ma non ovunque. Alcuni paesi sono aperti senza restrizioni o con restrizioni, altri con quarantena e alcuni sono completamente chiusi.

Emmanuel Macron ha presentato giovedì 29 aprile Tabella di decontaminazione Si svolgerà in quattro fasi, a partire da lunedì 3 maggio. Il primo sarebbe porre fine alle restrizioni di viaggio. I certificati di oggi verranno rimossi e sarà nuovamente possibile viaggiare tra le regioni. Ma è possibile viaggiare tra paesi? La risposta è sì, ma con diverse condizioni che differiscono a seconda della destinazione.

  • È vietato viaggiare fuori dall’Europa

Prima di tutto, sarà consentito solo il movimento all’interno della regione europea. I viaggi all’estero devono essere giustificati con una ragione convincente, come avviene oggi.

Alcuni paesi, tra cui gli Stati Uniti in particolare, potrebbero raggiungere un accordo con l’Europa per consentire l’arrivo di viaggiatori vaccinati, anche se non è stato ancora comunicato un orario. Di conseguenza, sarà consentito solo viaggiare in Europa, anche se rimane “sconsigliato” dal governo. Nella mappa presentata di seguito, Dépêche du Midi mostra le restrizioni messe in atto da diversi paesi europei, che si applicano solo ai cittadini francesi (Se non viene visualizzata alcuna scheda, disattivare il blocco degli annunci).

Raggiungere questi paesi è molto variabile, a seconda che si arrivi in ​​aereo o via terra, ed è in continua evoluzione. Tuttavia, possiamo distinguere diverse categorie di condizioni di accesso. Nota anche: alcuni paesi europei sono in fase di smontaggio: è probabile che una serie di restrizioni cambierà nel tempo.

  • È possibile accedere ai paesi senza alcuna condizione

Ciò riguarda solo un numero molto limitato di paesi. Due per l’esattezza: Macedonia del Nord e Albania. In primo luogo, i confini sono aperti ai turisti stranieri, senza test PCR o quarantena anche se ci sono più restrizioni in atto nel sito. Lo stesso vale per il secondo caso, sebbene la quarantena possa essere applicata in alcuni casi specifici.

  • Paesi da raggiungere durante il test

Ciò riguarda in particolare i paesi che hanno iniziato a smantellarsi. I dettagli possono variare a seconda della destinazione, ma per la maggior parte, una semplice presentazione dei risultati negativi del test PCR inferiore a 72 ore per alcuni e inferiore a 48 ore per la maggior parte delle persone, eviterà la quarantena più volte. giorni. Questa condizione si applica sia ai viaggi aerei che ai viaggi con altri mezzi di trasporto.

READ  Sabato va dichiarata la fine dell'epidemia di Ebola

Per alcune destinazioni sarà inoltre necessario aver preventivamente compilato un modulo che consente di passare attraverso il controllo aeroportuale. Questo è particolarmente vero in Spagna, dove la compilazione di questo modulo fornisce il codice QR associato al volo, che deve essere stampato o conservato sul telefono.

Si noti che per diversi giorni è stato possibile scaricare i risultati del test direttamente nell’applicazione TousAntiCovidCiò facilita le ispezioni agli aeroporti e alle frontiere. Questo nuovo lavoro è il primo passo verso una tessera sanitaria che consentirà, entro la fine di giugno, di viaggiare ovunque e di recarsi in determinati luoghi. Oltre ai risultati del test, sarà possibile includere un certificato di vaccinazione.

Leggi anche:
TousAntiCovid fornirà la prova del tuo vaccino o del test PCR: spieghiamo come funzionerà

  • Paesi che impongono la quarantena

Mentre alcuni paesi hanno già iniziato a rimuovere le restrizioni, altri sono ancora soggetti a restrizioni o addirittura a imporne di nuove. È il caso in particolare della Germania, che ha appena imposto per la prima volta un coprifuoco a livello nazionale. In questi paesi, ti potrebbe essere chiesto un risultato negativo del test PCR e, a seconda che tu sia arrivato via terra o per via aerea, potresti essere soggetto a una quarantena più o meno lunga.

Potrebbe anche essere richiesto di compilare un modulo o una dichiarazione. Assicurati di informarti prima di andare in uno dei paesi coinvolti. Potrebbero essere vietati anche i pernottamenti dei turisti, così come i viaggi su una certa distanza.

Tuttavia, va notato che tutte queste condizioni possono cambiare da un momento all’altro, a seconda dello sviluppo dell’epidemia in questi paesi.

  • I paesi sono chiusi quasi ermeticamente

Poiché la Francia è considerata una “zona pericolosa” dal Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie a causa della sua elevata incidenza, alcune destinazioni sono completamente inaccessibili a meno che non vi sia una ragione convincente. In questi paesi, la situazione sanitaria in generale è particolarmente preoccupante.

READ  St. Joseph's Hospital St. Luke sta cercando volontari per studiare lo screening del cancro al seno

Quindi paesi come l’Islanda, il Portogallo, la Finlandia, l’Ungheria e la Repubblica Ceca sono quasi inaccessibili per i viaggiatori francesi.

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *