Contro lo stress, ridi! – Repubblica dei Pirenei. FR

La risata tende a “stabilizzare la frequenza cardiaca e abbassare la pressione sanguigna”.

Lo stress “ha un effetto negativo sulle malattie cardiovascolari, che oggi è chiaramente visibile. Può arrivare persino a provocare un infarto del miocardio”, conferma la Federazione francese di cardiologia (FFC). Da qui la sfida di prevenirla, se non gestirla, grazie in particolare alle risate.

I suoi benefici sono stati dimostrati più e più volte. Illustrazione di questo studio su 53 studenti dell’Università di Basilea (Svizzera) pubblicato nel 2020: Secondo gli autori, “L’associazione tra eventi stressanti e successivi sintomi di stress è stata modificata dalla frequenza delle risate avvertite al momento dell’evento stressante .”

‘Sensazione di benessere’

E per una buona ragione, come ci ricorda la NFL, le risate tendono a “stabilizzare la frequenza cardiaca e abbassare la pressione sanguigna”. Senza contare che “riduce la produzione di cortisolo, il principale ormone dello stress, e dona subito una sensazione di benessere”.

Inoltre, la risata è un forte legame con l’altro: “facilita i rapporti umani, riduce l’aggressività e sdrammatizza le situazioni”.

Quindi, ogni giorno, non perdere l’occasione di ridere. Il sindacato conclude che “Praticare l’autoironia e godersi le carenze della vita è un modo eccellente per combattere lo stress, migliorare la salute cardiovascolare e quindi vivere meglio nel proprio ambiente sociale”.

Tuttavia, non c’è bisogno di forzare la linea: secondo lo studio svizzero, se la frequenza della risata ha molti effetti sullo stress, la sua intensità non esercita nulla.

La redazione ti consiglia

La redazione ti consiglia

READ  I geni svolgono un ruolo importante nello sviluppo dei bambini

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *