Cimiteri in Ucraina: il 99% dei corpi riesumati ha mostrato segni di morte violenta

Kiev | Il governatore della regione, Oleg Senegubov, ha dichiarato in serata che “il 99%” dei corpi riesumati venerdì nella città di Izyum, nell’Ucraina orientale, recentemente catturata dai russi, “mostrava segni di morte violenta”.

• Leggi anche: Centinaia di tombe brevemente a Izyum e Zelensky denuncia la perpetrazione di “esecutori testamentari” da parte della Russia

• Leggi anche: Zelensky potrà intervenire tramite videomessaggio all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite

• Leggi anche: Putin e Xi sono un contrappeso al sistema occidentale

Da parte sua, il funzionario ucraino per i diritti umani, Dmytro Lubinets, ha osservato su Telegram che “potrebbero esserci stati più di 1.000 cittadini ucraini che sono stati torturati e uccisi nelle terre liberate della regione di Kharkiv”.

A Izum “ci sono diversi corpi con le mani legate dietro la schiena e una persona è sepolta con una corda intorno al collo. “È chiaro che queste persone sono state torturate e giustiziate”, ha detto il signor Senegubov tramite Telegram, accompagnato dal suo messaggio con le immagini di centinaia di tombe trovate vicino a Izyum.

Secondo lui, “450 corpi di civili recanti tracce di morte violenta e tortura sono stati sepolti” in questo sito scoperto dalle autorità ucraine.

All’inizio della giornata, un giornalista dell’AFP ha potuto vedere almeno un corpo con le mani legate con una corda nella stessa posizione, senza poter immediatamente stabilire se si trattasse di un civile o di un soldato, in quanto il corpo era gravemente danneggiato.

Su Telegram, Oleg Senegubov ha affermato che “ci sono anche bambini” tra i corpi che sono stati riesumati durante la giornata da “200 clienti ed esperti” che lavorano sul sito.

READ  L'esercito birmano mantiene saldamente il paese all'indomani del colpo di stato

“I corpi saranno inviati per un’autopsia per determinare la causa esatta della morte”, ha detto. “Ogni morte sarà indagata e diventerà la prova dei crimini di guerra russi davanti ai tribunali internazionali”, aggiunge.

“La portata dei crimini commessi dai (russi) a Izyum è enorme”, ha affermato, denunciando il “terrorismo sanguinario e brutale”.

La controffensiva dell’esercito ucraino nella regione all’inizio di settembre ha permesso di ripristinare i territori finora occupati dalle truppe di Mosca.

Mosca, che era stata precedentemente accusata di crimini di guerra in altre regioni dell’Ucraina, in particolare intorno a Kiev nelle prime settimane del conflitto, aveva sempre respinto queste accuse.

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.