Accesso al voto per le minoranze | I Democratici aumentano la pressione al Senato

(Washington) La maggioranza democratica al Senato degli Stati Uniti lunedì ha cercato di far passare una legge che dovrebbe proteggere l’accesso, con la forza, al voto di minoranza negli Stati Uniti, minacciando di abbandonare rotte, una strategia parlamentare comunemente usata dall’opposizione repubblicana.


I democratici stanno sfruttando lo slancio nell’anniversario dell’attacco a Capitol Hill da parte dei sostenitori di Donald Trump per spingere per un disegno di legge di riforma elettorale che dovrebbe invalidare le restrizioni approvate negli stati repubblicani in tutto il paese.

Diversi stati hanno già utilizzato accuse infondate di frode presidenziale nel 2020, lanciate dall’ex presidente Donald Trump e dai suoi alleati, per approvare negli ultimi mesi leggi che impongono varie restrizioni al voto e rendono più difficile per neri e latinos, secondo le associazioni.

Il piano di riforma elettorale dei Democratici per far fronte a questi vincoli è bloccato da mesi nel limbo del Senato.

Il malfunzionamento nel mirino

Il grande ostacolo all’approvazione di questo testo: una procedura nominata rotte, che impone a questa istituzione di votare a maggioranza delle leggi a maggioranza di 60 senatori, su 100.

Il leader democratico del Senato Chuck Schumer sostiene di far cadere questa regola.

“Il Senato deve cambiare, come ha fatto tante volte prima”, ha detto lunedì in una lettera ai colleghi democratici.

L’abolizione di questa tradizione parlamentare consentirebbe ai senatori di votare a maggioranza semplice. Tuttavia, il campo democratico ha una maggioranza molto ristretta al Senato, che gli consentirebbe di adottare una serie di misure in cui il presidente Biden vuole solo i loro voti.

READ  L'ex primo ministro australiano si oppone alla monarchia

“Speriamo che i nostri colleghi repubblicani cambino posizione e lavorino con noi” sul progetto di riforma elettorale, ha affermato Chuck Schumer.

Altrimenti, testo da modificare rotte Ha avvertito che sarebbe stato messo ai voti entro il 17 gennaio.

La sua adozione è incerta e due democratici conservatori hanno ripetutamente espresso la loro forte opposizione all’abrogazione di questa controversa regola. Entrambi lo giudicano rotte spinge per un compromesso.

Anche se questa regola rischia di ostacolare il suo mandato, Joe Biden è rimasto finora conservatore sulla possibilità che si arrenda. L’ex senatore da più di 35 anni ama ricordare il suo desiderio di cercare un terreno comune con i repubblicani.

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *