Un americano ubriaco è morto dopo essersi messo dei fuochi d’artificio sul cappello per festeggiare il 4 luglio

Un americano ubriaco è morto dopo essersi messo dei fuochi d’artificio sul cappello per festeggiare il 4 luglio

Le celebrazioni del 4 luglio hanno preso una svolta tragica per un padre della Carolina del Sud che è morto dopo che un petardo che aveva attaccato al suo cappello è esploso, hanno riferito diversi media americani.

Allen Ray McGraw, un uomo di 41 anni, voleva esibirsi in un concerto del Giorno dell’Indipendenza americana per i suoi vicini a Summerville.

Testimoni hanno riferito che l’uomo quarantenne, che indossava un abito con i colori della bandiera americana, compreso un cappello a cilindro, si è messo dei fuochi d’artificio sulla testa prima di accenderli.

La moglie della vittima, Paige McGraw, ha detto alla polizia che suo marito lo faceva per impressionare i vicini, aggiungendo che era particolarmente ubriaco al momento della tragedia.

Il signor McGraw è morto sul posto dopo aver riportato ferite alla testa molto gravi.

Sua moglie ha detto che inizialmente pensava che i fuochi d’artificio non fossero accesi. Quando si rese conto del potenziale pericolo, avrebbe esortato Allen Ray McGraw a smettere di giocare con i fuochi d’artificio Posta e corriere. Purtroppo è avvenuta l’esplosione e il marito è caduto a terra.

Il figlio della coppia si era sposato da poco, il che avrebbe contribuito al sentimento di festa che abitava il padre di famiglia il 4 luglio.

READ  Il Senato degli Stati Uniti assolve Trump | Notizie | il Sole

“Allen adorava quella festa. Era patriottico, orgoglioso di suo figlio ed entusiasta di avere una nuora. Quella notte stava vivendo la sua vita migliore”, ha detto Paige McGraw.

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *