tutte le scuole rimangono chiuse in diverse regioni

Pubblicato su :

Il nuovo decreto del Presidente del Consiglio, Mario Draghi, in vigore fino al 6 aprile compreso, prevede misure più restrittive del precedente, visto l’aumento dei contagi dovuto alla rapidissima circolazione della variante britannica ma anche il numero di deceduti. che presto supererà la soglia dei 100.000. Da lunedì tutte le scuole rimarranno chiuse nelle zone ad altissimo rischio per la salute per un periodo rinnovabile di 12 giorni.

Con il nostro corrispondente a Roma, Anne Le Nir

L’Italia resta divisa in zone colorate, stabilite in base al livello di rischio di contaminazione. E un nuovo colore, arancione scuro, è stato istituito per i comuni ad altissimo rischio ma non raggiungono un livello massimo, come quelli classificati in rosso.

Nelle zone di colore rosso o arancio scuro, situate principalmente al Nord, soprattutto in Lombardia, Emilia-Romagna e Veneto, ma anche al Centro, Toscana e Umbria e al Sud, in Campania, Basilicata e Sicilia, la didattica sarà fatto a distanza.

Inoltre, se in una zona arancione chiaro o gialla, se l’incidenza del coronavirus fosse maggiore di 250 casi su 100 000 abitanti, spetterebbe alle autorità locali prendere le decisioni.

Secondo l’Associazione nazionale dei direttori scolastici, 6 milioni di studenti saranno nuovamente privati ​​delle lezioni frontali. L’anno scorso, ogni le scuole erano rimaste chiuse per 100 giorni consecutivi dal 4 marzo.

Il bilancio di questo sabato nell’ammontare a 23 641 nuovi casi di contaminazione e 307 decessi aggiuntivi.

READ  "Voglio tornare a giugno"

You May Also Like

About the Author: Cosimo Fazio

"Evangelista di zombi. Pensatore. Creatore avido. Fanatico di Internet pluripremiato. Fanatico del web incurabile."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *