Tunisia: l’Italia fornisce un nuovo sostegno finanziario per rafforzare la resilienza dell’economia tunisina

Tunisia: l’Italia fornisce un nuovo sostegno finanziario per rafforzare la resilienza dell’economia tunisina

// auto_nbsp ($contenuto, $echo); ?>

02-06-2023

Ieri, giovedì, l’Italia ha fornito sostegno finanziario al Fondo per la resilienza e l’inclusione dell’economia tunisina, istituito dalla Banca mondiale per rafforzare la resilienza dell’economia tunisina, di fronte alle attuali sfide economiche e sociali, e per sostenere le riforme.

L’Agenzia Italiana per la Cooperazione e lo Sviluppo (AICS) ha annunciato ieri la firma di un nuovo accordo nell’ambito del Fondo Fiduciario TERI (Resilienza Economica e Inclusione in Tunisia), riguardante un sostegno finanziario di un milione di euro.

L’agenzia italiana afferma di contribuire, quindi, a “fornire assistenza tecnica alla presidenza e ai ministeri tunisini per individuare e attuare le riforme prioritarie per lo sviluppo e la stabilità del Paese”.

L’accordo è stato firmato, presso la sede dell’Ambasciata d’Italia, dall’Ambasciatore d’Italia, Fabrizio Saggio, dal rappresentante della Banca Mondiale in Tunisia, Alexandre Arubio, e dal Direttore dell’AICS, Andrea Senatori.

Questo sostegno finanziario mira a rafforzare l’unità di attuazione presso la Presidenza del governo, al fine di facilitare il coordinamento e accelerare l’attuazione delle riforme decise dal governo.

Gent Notizie

READ  L'entrata in vigore dell'accordo sui confini marittimi tra Grecia e Italia

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *