Termoablazione, il trattamento “ideale” per il cancro della cervice

Termoablazione, il trattamento “ideale” per il cancro della cervice
[DOUALA] Gli studi presentano l’ablazione termica come la soluzione “ideale” per superare il cancro cervicale nel contesto camerunese.

Secondo Anya Wizniak, autrice principale di questi studi, l’ablazione termica consiste nell’“applicare per un minuto una sonda metallica riscaldata di circa un centimetro di diametro sulle lesioni cervicali per distruggere le cellule precancerose”.

Secondo quest'ultimo, tale trattamento può essere effettuato da un infermiere o da un'ostetrica in regime ambulatoriale, quindi senza necessità di ricovero ospedaliero e può essere effettuato lo stesso giorno della visita.

“Fa molto male per un medico vedere una paziente morire di cancro alla cervice o al seno. Al giorno d'oggi le cure sono disponibili per tutti. Il problema è che in genere le persone arrivano in ospedale tardi, quando la malattia è già in fase avanzata e non c'è non possiamo fare nulla”.

Adair Yombi Shambo, MD, ginecologo.

Per giungere a questa conclusione, la ricercatrice e il suo team sono partiti da un campione di 763 partecipanti, di cui 221 trattati con termoablazione presso l’ospedale distrettuale di Dshang, nella regione occidentale del Camerun.

Sono state divise in due gruppi, tutti sottoposti a test di screening per il cancro cervicale e di età compresa tra 30 e 49 anni. L’approccio era quello di “testare, valutare e trattare” nello stesso giorno.

Nel primo gruppo di controllo, il 37% delle donne erano obese, il 15% aveva subito un taglio cesareo, alcune avevano partorito almeno quattro figli e altre erano state incinte 4-5 volte.

Nel gruppo di trattamento, il 19% era sottopeso, il 16% non aveva partner frequenti, l'8% era sieropositivo e il 23% riferiva infertilità.

READ  Scienza e vie sur Terre

Dopo un follow-up di 3-5 anni, i risultati hanno mostrato che le donne trattate con la termoablazione erano completamente guarite dal cancro della cervice e non avevano sviluppato alcun effetto collaterale.

I risultati hanno spinto Anya Wizniak ad affermare che l’ablazione termica è adatta alle condizioni di esercizio in Camerun perché è economica e rapida. Inoltre utilizza solo energia elettrica e non richiede la presenza di specialisti, che nel Paese sono pochi.

Altri metodi

Esistono però altri modi per trattare il cancro della cervice, come la conizzazione, che consiste nell'asportare parte della cervice, e la crioterapia, che consiste nell'esporre la parte interessata della cervice a temperature molto basse. Ma per Anya Wisniak questi altri due approcci hanno dei limiti nel contesto camerunese.

“Tutti questi metodi hanno livelli simili di efficacia e comportano pochi rischi di gravi effetti avversi. Ma il limite principale della crioterapia è che richiede gas pressurizzato, incluso protossido di azoto e anidride carbonica, che può essere difficile da ottenere e trasportare riuscire.”

“La conizzazione richiede l'anestesia locale e viene generalmente eseguita da uno specialista esperto nella gestione di potenziali complicazioni come il sanguinamento”, spiega il ricercatore, che lavora anche come docente presso il Dipartimento di Pediatria, Ginecologia e Ostetricia dell'Università di Ginevra, Svizzera.

Inoltre, Anya Wizniak aggiunge: “Un leggero aumento del rischio di prematurità e di aborto tardivo è stato descritto nelle donne trattate con conizzazione”.

Tuttavia, riconosce che l’ablazione con cono è ad oggi l’unico metodo adatto per le lesioni che si estendono in profondità nella cervice e quindi non sono accessibili con sonde di termoablazione o crioterapia.

Per Bertin Nsouni Inoni, professore e ricercatore in scienze della salute presso l'Università di Douala, sebbene l'ablazione termica sia innovativa, comporta dei rischi.

READ  La migliore serie di fantascienza dell'anno si rinnova finalmente!

“Questa tecnologia innovativa e mirata può evitare che il bersaglio, vale a dire le metastasi, distrugga irreversibilmente l'utero a seconda delle dimensioni del tumore”, dice a SciDev.Net. In questo caso, dice, la conseguenza immediata e quasi irreversibile è l'infertilità.

Adir Yombe Choambo, ex ginecologo dell'ospedale di Montélimar in Francia, dal canto suo ritiene che l'ablazione termica sia adatta al contesto camerunese a causa della scarsa piattaforma tecnica e dei piccoli rischi ad essa associati.

Ma per beneficiare di questa tecnologia, dice, le donne dovrebbero consultare tempestivamente un medico: “Fa davvero male a un medico vedere una paziente morire di cancro al collo dell'utero o al seno. Al giorno d'oggi le cure sono disponibili per tutti. Il problema è che le persone di solito raggiungono in ospedale tardi”. Quando la malattia è già in fase avanzata e non c'è più niente da fare.

Ecco perché il medico ginecologo Jacques Tsingeng Kamjing a Douala, in Camerun, afferma che l'ablazione termica è appropriata per le lesioni precancerose della cervice nelle giovani donne e non per il trattamento del cancro cervicale accertato.

Pertanto, gli specialisti consigliano alle donne di sottoporsi allo screening abbastanza presto per evitare complicazioni e, soprattutto, di avere una buona igiene intima, una vita sessuale sana e parti distanziati.

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *