Sony sospende le spedizioni PlayStation in Russia

Il colosso giapponese dell’elettronica Sony ha dichiarato mercoledì di aver sospeso tutte le spedizioni di console PlayStation e videogiochi in Russia, unendosi a un numero crescente di aziende che si sono ritirate dal paese sulla scia dell’invasione russa dell’Ucraina.

• Leggi anche: [EN DIRECT] Due settimane di guerra in Ucraina: ecco gli ultimi sviluppi

• Leggi anche: Come spieghiamo la guerra ai bambini?

• Leggi anche: Milioni di anziani e disabili sono ad “alto rischio” in Ucraina

“Sony Interactive Entertainment (SIE) si unisce alla comunità globale nella sua richiesta di pace in Ucraina. Abbiamo sospeso tutte le spedizioni di giochi e console, il lancio di Gran Turismo 7 e le operazioni del PlayStation Store in Russia”, ha affermato la società su Twitter.

Sony ha anche preso atto dell’annuncio di una donazione di 2 milioni di dollari all’Alto Commissario delle Nazioni Unite per i rifugiati e Save the Children per sostenere le vittime di questa guerra.

Aziende internazionali come McDonald’s, Coca-Cola, Ikea, Adidas e Chanel hanno annunciato un blocco temporaneo delle loro attività in Russia.

Microsoft, la rivale statunitense di Sony, ha dichiarato la scorsa settimana che avrebbe sospeso le “nuove vendite” dei suoi prodotti e servizi nel paese.

Altri giganti della tecnologia hanno fatto annunci simili, come Apple, che ha smesso di vendere i suoi iPhone e tablet in Russia, mentre piattaforme come Facebook, YouTube (Google) e Twitter hanno vietato i post dei media dai paesi russi in Europa.

Guarda anche

READ  Le caratteristiche principali del prossimo Samsung Galaxy A53 5G sono state svelate prima della presentazione ufficiale

You May Also Like

About the Author: Adriano Marotta

"Pluripremiato studioso di zombi. Professionista di musica. Esperto di cibo. Piantagrane".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.