Sinner-Zverev, l’ottavo finalista che profuma di cipria

Probabilmente il poster più seducente del Round di 16 a Flushing Meadows.

Un bel duello colpito in prospettiva, lunedì all’apertura del programma ad Arthur Ashe, tra il prodigio italiano emergente, Yannick Sener, 18 anni, testa di serie 13, e Alexander Zverev, 23, 4NS Il mondo e il principale intruso in questo US Open. La prima grande prova per il tedesco, che potrebbe ritrovare Novak Djokovic in semifinale e sconvolgere il serbo nei suoi sogni di Grande Slam. Ma prima tocca a Sinner, che sta suonando il suo primo 8NS Il finalista degli US Open, lui che non ha ancora vinto una partita a Flushing Meadows prima.

il loro viaggio
Dimostrando con successo nei suoi primi turni su Sam Querrey 6-4, 7-5, 6-2 e lo spagnolo Albert Ramos-Vinolas 6-1, 6-0, 6-3, il tedesco ha lasciato un set sulla sua strada verso il 3NS Turno contro Jack Sock 3-6, 6-2, 6-3, 2-1 Ab. Percorso più complicato per Jannik Sinner che ha rinunciato a un turno nei suoi primi due incontri contro gli outsider, invitato dagli organizzatori (contro l’australiano Max Purcell 6-4, 6-2, 4-6, 6-2 e contro l’americano Zachary Svagda 6 -3, 7- 6(2), 6-7(6), 6-4). Contro quest’ultimo, il giovane avvocato Riccardo Piatti in particolare ha mostrato alcune debolezze da fondocampo con tanto di spreco (58 errori non forzati). Nel terzo turno, l’italiano questa volta ha avuto bisogno di cinque set per eliminare Gael Monfils 7-6 (1), 6-2, 4-6, 4-6, 6-4. Di fronte alla corrente alternata dell’inaspettato tricolore, l’allievo Riccardo Piatti ha avuto il vantaggio di mantenere la calma avvolgendosi davanti al pubblico newyorkese nettamente alle spalle dello showman tricolore.

READ  Belgi all'estero: Liverpool e Origi tornano alla vittoria sul Tottenham, il Napoli si qualifica per le semifinali di Coppa Italia

La sua forma attuale
“Sasha” Zverev è l’uomo dell’estate. Detiene ancora due titoli prestigiosi ai Giochi di Tokyo e Cincinnati, vincendo le sue ultime 14 partite. L’esperienza la dice lunga per il numero 4 del mondo. Il finalista della scorsa edizione, nelle sue ultime quattro partite al Roland Garros quest’anno, sta mostrando coerenza in un Grande Slam, poiché è nella seconda settimana di un torneo importante per l’ottava volta di fila. In attesa del meglio. A 19 anni, dopo essere stato incoronato a Washington all’inizio di agosto, Sinner è diventato il più giovane vincitore dell’ATP 500 da quando la classe è stata creata nel 2009, strappando il record a… Zverev, 20 anni, durante la sua vittoria a Washington nel 2017. Dal suo successo a Washington, il gigante transalpino, giocatore a tutto tondo con distinzione, ha collezionato due prime sconfitte durante il suo tour negli Stati Uniti. A New York è spesso incostante, ma questo non gli impedisce di far parte degli ultimi 16 sopravvissuti.

Leggi anche – US Open: Coltello tra i denti, Alexander Zverev vuole infrangere il sogno di Djokovic

faccia a faccia
Questo è il terzo confronto tra loro, poiché entrambi hanno vinto uno dei loro duelli precedenti. E il peccatore è colui che è uscito vittorioso dall’unico grande duello. Era già agli ottavi, nell’ottobre 2020 al Roland Garros (6-3, 6-3, 4-6, 6-3). La qualità dello sciopero transalpino tedesco ha sorpreso quel giorno. Quest’ultimo si era anche dichiarato malato prima di entrare in tribunale.

piccola frase “controversia”
Şener non era molto affezionato ai commenti di Zverev dopo la sua perdita a Parigi. L’ex pattinatore di alto rango, che è stato subito colpito, ha dichiarato al quotidiano lo scorso novembre Corriere : « Lo rispetto tanto (…)Ma non condivido i suoi commenti dopo la sconfitta contro di me al Roland Garros. Si contraddiceva molto. Ha detto che aveva la febbre, ma nel terzo e quarto set ha corso più di me. Mi sembrava che cercasse una scusa dopo la sua sconfitta. Né Federer né Nadal, per esempio, avrebbero detto cose del genereDa allora il tedesco non ha alimentato le polemiche e gli elogi per il suo avversario durante la Porte d’Auteuil 2021 non si sono esauriti:Ho sempre avuto un grande rispetto per Sinner. È una delle sensazioni del mondo del tennis. Credo che Sinner e Alcaraz si dimostreranno nel prossimo futuro tra tutti i giocatori della nuova generazione. Mi piacciono questi due giocatori. Musette suona molto bene. Penso che sia davvero sbagliato che risalti.» È di lunedì all’Arthur Ashe Court?

READ  F1 2021 - F1 - 2021 World Championships: The Complete Calendar

Guarda anche – Ansu Fati eredita il numero 10 da Lionel Messi a Barcellona

You May Also Like

About the Author: Fina Lombardi

"Fanatico della cultura pop. Ninja zombi estremo. Scrittore professionista. Esperto di Internet."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *