Serious Crime Count: “Non l’ho visto nei miei 40 anni di carriera”

Su richiesta dell’FBI, SQ si è incaricata delle indagini sui tre omicidi avvenuti entro 24 ore, pochi giorni prima, a Montreal e Laval.

• Leggi anche: Ottawa supera il divieto di importazione di pistole

• Leggi anche: Il Quebec sta registrando il più grande aumento dell’indice di criminalità grave del paese

Questa procedura è insolita, perché di solito gli omicidi commessi a Montreal sono indagati dall’SPVM. Ma poiché è la stessa persona, in uno spazio spazio-temporale ristretto, è più pratico. Ci sarà un’indagine a Laval a Montreal. Sarebbe un sacco di indagine, ha spiegato Andre Durocher, un ispettore SPVM in pensione.

Secondo lui, reati gravi potrebbero verificarsi più frequentemente in futuro.

“La mia carriera in polizia è iniziata nei primi anni ’80 quando abbiamo iniziato a vedere la deistituzionalizzazione. E abbiamo visto un aumento. Quello che ho trovato sfortunato in questa situazione è che, a un certo punto per un poliziotto, diventa difficile dire chi è l’autore del reato o chi ha problemi di salute mentale”.

Inoltre, il Quebec sta registrando il più grande aumento del Serious Crime Index in Canada, ha rivelato martedì Statistics Canada.

“Quello che vedo ora, che non ho mai visto nei miei 40 anni di carriera, è il numero di incidenti violenti che stiamo vivendo. Non solo su base annuale, ma praticamente un paio di volte a settimana. Questo è preoccupante”, ritiene l’ex ispettore.

“Spero che sia un campanello d’allarme. Di quante vittime avremo esattamente bisogno per affrontare il problema a testa alta?”, chiede.

Guarda la sua intervista completa nel video qui sopra.

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.