Scopri documenti segreti | L’amministrazione Biden è turbata

(WASHINGTON) La Casa Bianca ha chiaramente affrontato domande urgenti mercoledì sulla scoperta di documenti riservati appartenenti al vicepresidente Joe Biden, una rivelazione imbarazzante mentre le autorità indagano su un caso simile, ma più ampio, che coinvolge Donald Trump.


L’amministrazione del presidente democratico ha confermato finora che un “piccolo numero di documenti riservati” – circa una dozzina – è stato trovato in un “armadietto chiuso a chiave” al Ben Biden Center, il think tank dove un tempo Joe Biden aveva un ufficio.

Ma i suoi collaboratori hanno portato alla luce “almeno un ulteriore lotto” di documenti, rivelando mercoledì la serie NBC News, seguita da altri media.

Con questo nuovo sviluppo, il caso dovrebbe continuare a suscitare scalpore e potrebbe essere stressante indagare sui tanti documenti che Donald Trump ha conservato nella sua residenza in Florida, dopo aver lasciato la Casa Bianca nel 2021.

Questo caso è molto più grave: nel corso di una spettacolare perquisizione, l’Fbi ha sequestrato migliaia di documenti, tra cui un centinaio di segreti riservati della difesa, che il repubblicano si è rifiutato di restituire. Ma la scoperta rimane imbarazzante per un presidente che promuove la sua etica.

I commentatori dicono che potrebbe portare anche sottili considerazioni politiche nelle indagini su Donald Trump, che ha subito chiesto che la stessa attenzione fosse riservata al presidente democratico.

Quando l’FBI perquisirà molte delle residenze di Joe Biden, o anche la Casa Bianca?

nessun commento

La Casa Bianca sostiene che se sono stati commessi errori, l’amministrazione almeno li ha prontamente corretti.

READ  Dopo il Viagra, vengono impiantati i peni per i soldati

Trovati i primi documenti, a fine novembre, gli avvocati li hanno restituiti all’Archivio nazionale, che gestisce questo tipo di fascicoli, si è difesa.

Il dirigente ha aggiunto che anche gli avvocati sono andati a cercare eventuali documenti mancanti altrove. Questo potrebbe spiegare la comparsa di altri giornali mercoledì – che, quindi, potrebbe non essere l’ultimo.

Per disinnescare le accuse di interferenza politica, il procuratore generale Merrick Garland ha deferito il caso a un procuratore generale di Chicago nominato durante l’amministrazione Trump.

La portavoce della Casa Bianca, Karen Jean-Pierre, ha citato l’indagine per giustificare il suo rifiuto di rispondere alle domande dei giornalisti mercoledì. Il che non è bastato a fermarli.

“Ci limiteremo a quello che possiamo dire qui”, ha detto.

Interrogata più volte, ha fatto riferimento alla cauta dichiarazione di Joe Biden di martedì, durante la quale ha affermato di non essere a conoscenza del suo contenuto.

“Sono stato informato di questa scoperta e sono rimasto sorpreso di apprendere che i documenti relativi al governo erano stati trasferiti a questo ufficio”, ha detto a margine di un vertice con il presidente messicano e il primo ministro del Canada a Città del Messico.

“La gente sa che prendo molto sul serio i documenti riservati e le informazioni riservate”, ha aggiunto.

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.