Quando le mie condoglianze (e richieste di lavoro) vanno al principe William sbagliato

la rivista Il principe William vivente Copre le notizie dalla sonnolenta contea di Prince William, vicino a Washington, con un sacco di infradito o un festival autunnale, ma si trova al centro delle notizie mondiali dalla morte della regina Elisabetta II.

• Leggi anche: I media britannici hanno elogiato il primo discorso di re Carlo III

• Leggi anche: La proclamazione di re Carlo III: Trudeau afferma la lealtà del Canada alla nuova sovranità

In Google, il suo sito web – princewilliamliving.com – compare subito dopo quello della famiglia reale britannica in risposta alla domanda “Come si contatta il principe William?”.

Di conseguenza, lettere di cordoglio, disegni e poesie si riversano nel servizio di messaggistica di due giorni della rivista e uno spirito gentile si è persino offerto di inviare un accessorio per decorare la bara del defunto.

Un totale di circa 80 lettere sono arrivate dall’India, dal Bhutan, dal Giappone e dall’Egitto, attraverso l’America e il Regno Unito, secondo il suo editore, Rebecca Barnes. “Anche gli inglesi non sanno come usare Google”, ha scherzato con AFP.

Non tutti sono altruisti. Un’adolescente spiega di essere una grande fan della famiglia reale e chiede un invito al funerale del defunto. Un’altra persona si presenta come una “persona molto pulita” e fornisce servizi di “pulizia o altro”.

Tuttavia, la contea di Prince William, in Virginia, esisteva molto prima del principe William, per la prima volta in linea di successione da quando suo padre, re Carlo III, salì al trono. Costituito nel 1731, è stato chiamato in onore del duca di Cumberland, terzo figlio del re Giorgio II.

READ  Texas | Tre bambini abbandonati con il corpo del fratello in casa

La confusione non è nuova. Le lettere di Lady Di e del figlio di Charles arrivavano sempre nella cassetta delle lettere della rivista. Rebecca Barnes rinuncia alla risposta, ma a volte non riesce a farne a meno.

A un uomo che le aveva appena chiesto cosa avrebbe dovuto fare per diventare il prossimo re d’Inghilterra, le consigliò di inviare un fascicolo di domanda. “Chi sono io per ostacolarlo?”

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.