Ubisoft | Nuovi giochi per dispositivi mobili per Netflix e Assassin’s Creed nel 2023

(Parigi) L’editore francese Ubisoft produrrà videogiochi per dispositivi mobili per il colosso dello streaming digitale Netflix, con il quale sta già preparando la serie, e pubblicherà il prossimo episodio del suo sequel. Assassino della dottrina Nel 2023, annunciato sabato.

Inserito alle 16:27

Questo è il futuro Assassino della dottrinasi chiamerà , una delle serie più apprezzate del suo catalogo sin dal suo lancio nel 2007 Miraggio Si terrà a Baghdad nel Medioevo.

paternità precedente, ValhallaCommercializzato nel 2020, ha superato il traguardo di “1 miliardo di euro di ricavi” raggiunto, ha confermato il presidente di Ubisoft Yves Guillemot, durante una conferenza stampa.

Inoltre, dopo aver annunciato nel 2020 una partnership con Netflix per offrire diverse serie del brand Assassino della dottrinaUbisoft ha raggiunto un accordo per la produzione di “tre giochi per dispositivi mobili” sulla piattaforma, di cui uno Assassino della dottrina Nello specifico, ha aggiunto.

Di fronte alla concorrenza di altri servizi di streaming online, come Disney+ o HBO Max, Netflix sta cercando di diversificare, in particolare rafforzando la sua posizione nei videogiochi.

epico Assassino della dottrina È stato già adattato ai fumetti e al cinema nel 2016, illustrando la strategia di Ubisoft di adattare le sue produzioni ad altri media.

Quasi dieci film e serie basati sui suoi giochi sono previsti per i prossimi anni, incluso Rapide.

accanto a questa parte Miraggio Nel 2023 altre composizioni diAssassino della dottrina Sono pianificati per il futuro, incluso uno ambientato in Giappone, secondo Ubisoft.

Anche Yves Guillemot è tornato all’alleanza formata questa settimana con la cinese Tencent per mantenere il controllo del suo gruppo. Secondo lui, questo accordo gli dà “il diritto di lavorare con tutti i (partner) che vogliamo”.

READ  Gioca subito a FUT, anche prima dell'uscita! Ecco come

Nell’ambito di questo accordo, Tencent, che è già nella capitale del campione francese di videogiochi, investirà 300 milioni di euro e lavorerà in coordinamento con la famiglia Guillemot. Insieme, possederanno il 24,9% dei diritti di voto del gruppo.

Questo accordo assicura il controllo della famiglia su Ubisoft, mentre il settore dei videogiochi è teatro di importanti manovre di fusione e il publisher francese attira l’avidità.

You May Also Like

About the Author: Adriano Marotta

"Pluripremiato studioso di zombi. Professionista di musica. Esperto di cibo. Piantagrane".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.