Qatar GB: Pirelli vuole capire

Mentre quattro piloti sono stati forati durante il Gran Premio in Qatar, il marchio italiano Pirelli intende aprire un’inchiesta per far luce sulle cause di questi guasti.

La Formula 1 spera di non rivivere l’incubo di Silverstone 2020. Su un circuito ad alta velocità, le gomme fornite da Pirelli hanno subito diversi cedimenti come quello di Lewis Hamilton, che ha tagliato il traguardo su tre ruote. Ma la prima edizione del Gran Premio del Qatar, disputata sull’intenso circuito di Losail, ha regalato una brutta giornata alla casa italiana. Infatti, Quattro piloti a loro volta hanno subito dei fallimenti dopo aver completato più di 30 giri con lo stesso treno di gomme.

Gli incidenti che hanno messo ancora una volta in imbarazzo Pirelli e il responsabile della filiale milanese del motorsport, Mario Isola, hanno cercato di fornire spiegazioni poco dopo la gara. ” Ci sono molte cose che dovremo tenere in considerazione, catturato quest’ultimo. C’è ovviamente molta usura perché tutte le gomme erano completamente usurate e l’impatto delle vibrazioni ad alta velocità Perché, durante quasi tutti i cicli, i piloti hanno attraversato questi agitatori. »

Isola: “Non vogliamo escludere la minima strada”

non ha deciso cosa potrebbe causare una perdita di pressione dei pneumatici, Mario Isola ha confermato che lo era Improvviso e non immediato perché tutti i piloti, ad eccezione di Nicholas Latifi, sono riusciti a rientrare ai box con una gomma a terra. ». assicurati che ci sia Molti elementi da considerare Per provare la catena di eventi che hanno causato i fallimenti subiti da Valtteri Bottas, Lando Norris, George Russell e Nicholas Latifi, il leader italiano ha affermato che sarà condotta un’indagine per ottenere tutte le risposte. ” Torneremo a Milano con le gommeha detto Mario Isola.Come al solito, indagheremo e cercheremo di capire cosa è successo.. »

READ  Michel Campagnaro, il giocatore della nazionale italiana, entra a far parte della squadra di rugby di Colomier

Oltre ai lunghi periodi, con pneumatici che si guastano dopo più di 30 giri di utilizzo, i detriti possono essere responsabili di questi incidenti. ” Uno pneumatico usurato è chiaramente meno protetto dagli impatti legati alla guida.. Ieri (sabato) abbiamo potuto vederlo accadere con l’ala anteriore. Abbiamo visto diverse auto danneggiate a livello di altri elementi come il fondo piatto, le pinne o il telaio. Non vogliamo escludere alcun lead. Eventuali detriti o vibratori possono causare un piccolo foroLascia che l’aria nella gomma fuoriesca. »

You May Also Like

About the Author: Fina Lombardi

"Fanatico della cultura pop. Ninja zombi estremo. Scrittore professionista. Esperto di Internet."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *