Porsche con curve italiane stampata in 120 esemplari

1962: Porsche ottiene la sua prima vittoria in Formula 1 ma il team finisce la stagione solo quintoe Su 8 stalle. Con l’avvicinarsi di nuovi regolamenti meno favorevoli alle ambizioni della Porsche, il team gettò la spugna e la dirigenza cambiò le proprie regole per tentare la fortuna nella classe GT endurance, dove erano già presenti Abarth e Alfa Romeo.

Il progetto 904 nasce nel 1962 sotto forma di un’auto da corsa a due posti con motore centrale da 2 litri di cilindrata. L’auto futuristica prende la sua architettura dalla Porsche 718 RSK (Rennsport kurt).



Questa versione era inizialmente equipaggiata con un quattro cilindri da 1,6 litri. Poi è stata riequipaggiata con un 6 cilindri da 2 litri: il cambio a quel tempo era a 5 marce. Fotografia artistica

100 vetture per omologazione

Per essere omologata nella GT, la vettura doveva essere prodotta in 100 esemplari nell’arco di 12 mesi. Pertanto, il produttore svilupperà una versione civile della 904. Il budget della Formula 1 passerà al progetto GT e i profitti derivanti dalla vendita di auto dei clienti concorrenti andranno allo sviluppo del progetto corse Porsche.

Per il telaio, Porsche utilizza casse in acciaio e ne aumenta il peso a soli 54 chilogrammi. In termini di marcia, gli sbalzi dei bracci trasversali forniranno i collegamenti a terra e i freni saranno affidati ai freni a disco.

650 kg e 180 CV

Il motore doveva essere un flat-six da 2 litri della 901, riservato a una futura 911. Tuttavia, non era del tutto affidabile. Porsche tornerà al quattro cilindri da 1,6 litri che alimenta i modelli 356. Il flat-four produce ancora 180 cavalli a 7.000 giri/min.

Ferdinand Alexander Porsche, il nipote, dipingerà rapidamente la carrozzeria del progetto 904. Questo progetto deve essere realizzato in fibra di vetro e il produttore si sta rivolgendo a Heinkel (l’ex produttore di aeromobili) per subappaltarlo. In totale, la 904 mostrata nel novembre 1963 pesava sulla bilancia 650 kg e poteva raggiungere i 257 km/h.

READ  Super-G di Garmisch-Partenkirchen | 12 ° posto "niente male" di Mary Michel Gagnon

Nel 1964, la Carrera GTS apparve sulla salita del Mont Ventoux;  La 904 ha brillato in quasi ogni tipo di competizione.  Foto di RM Sotheby's

Nel 1964, la Carrera GTS apparve sulla salita del Mont Ventoux; La 904 ha brillato in quasi ogni tipo di competizione. Foto di RM Sotheby’s

Un’auto per le corse, tutte le corse

Nel 1964 furono costruiti i primi 100 esemplari e poté essere omologata la 904, che divenne la Carrera GTS (perché la Peugeot voleva mantenere il proprio cruncher con lo zero centrale).

Tuttavia, le prime gare a cui parteciperà la 904 si svolgeranno nel prototipo sportivo: il 12 marzo 1963, termina il 9.e La 12 Ore di Sebring brilla poi nella Targa Florio del 1964 a doppia garanzia.

Il marchio si sta anche preparando per la 24 Ore di Le Mans e sta installando un Flat-8 da 2 litri della vecchia F1 718; Il 904/8 sviluppa 225 CV. Verranno costruite tre auto ma nessuno conosce la fine.

1965, arriva il sei cilindri

Infine, il motore flat-6 era pronto nel 1965. Porsche avrebbe quindi costruito venti copie della Carrera GTS, beffandosi dell’omogeneizzazione. La prima grande partecipazione al Rally di Monte Carlo ebbe luogo nel 1965, quando Börhinger/Wütherich arrivarono secondi dietro alla Mini di Mäkinen.

Come nel 1964, la Porsche Carrera GTS vinse il campionato del mondo 2 litri. Dopo 120 esemplari (senza i prototipi), la sua corsa ufficiale terminò nel 1966, ma l’auto avrebbe deliziato anche i gentlemen driver prima che i collezionisti si accaparrassero la restante Carrera GTS.

L’ultima vettura venduta a Rétromobile 2018 è stata venduta da Artcurial per oltre 2 milioni di euro.

You May Also Like

About the Author: Fina Lombardi

"Fanatico della cultura pop. Ninja zombi estremo. Scrittore professionista. Esperto di Internet".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.