Fu solo 4000 anni fa che il mammut lanoso si estinse

Nel 2021 è stato pubblicato uno studio sulla rivista natura ha proposto un’estinzione molto recente dei mammut, meno di 4.000 anni fa, sulla base del DNA ambientale. Oggi, una nuova pubblicazione sulla stessa rivista smentisce questa ipotesi e discute la storia dell’estinzione di questi antichi elefanti.

Si dice che l’ultimo mammut lanoso sia vissuto fino a 4000 anni fa. Ciò è stato completato da uno studio pubblicato in natura nel 2021, sulla base di oltre 500 elementi sedimentari da permafrostpermafrost (ovvero permafrostpermafrost), quindi Confronta fileDNADNA Da Mammut Trovato con più di 1.500 piante Polo NordPolo Nord. Questo studio ha stabilito, oltre all’evoluzione delle condizioni climatiche per diverse migliaia di anni, una cronologia completa dell’evoluzione dei mammut, separando i vari SottospecieSottospecie E il loro DurataDurata dalla vita. Secondo lei, gli ultimi mammut si sono estinti abbastanza di recente, solo 3900 anni fa!

Ma un nuovo post, sempre dal diario naturaE il Mette in discussione questa data. Secondo i ricercatori, ilDNA I dati raccolti e utilizzati per determinare le date saranno più complessi di quanto si pensasse. “Il problema è che non hai idea di quanti anni abbia questo DNA.”ha detto Joshua Miller, primo autore dello studio PaleontologoPaleontologo presso l’Università di Cincinnati, Ohio. “I depositi sedimentari sono complessi. I materiali di età diverse vengono regolarmente seppelliti insieme”.

Campioni di età diverse e continuità ossee che complicano la datazione

L’intera questione dipende dagli appuntamenti. Grazie al metodo del radiocarbonio è possibile stabilire la data di ognuno di essi Organismoeseguendo un conteggio di carboniocarbonio 14 rimanenti. Quest’ultimo permette poi di valutare il tempo trascorso dalla morte dell’organismo in questione. Tuttavia, nel caso di un deposito di DNA di altro tipo, detto DNA ambientale, il metodo non si applica allo stesso modo. “Possiamo datare al radiocarbonio ogni sorta di cose: ossa, denti, carbonecarbone di legno e foglie. È molto forte. Ma al momento non possiamo datare il DNA trovato sedimentosedimento »Joshua Miller ha spiegato.

READ  Metaverso, o la monetizzazione definitiva delle relazioni umane

Infatti, a causa delle condizioni climatiche che Mammut lanosoMolto freddo, il DNA sarebbe stato rilasciato molto più tardi nei sedimenti, perché i tessuti molli e i resti scheletrici dei mammut si sarebbero decomposti molto lentamente dopo la loro morte! Il processo può andare avanti per migliaia di anni, quindi falsare la datazione del DNA ambientale. “Il DNA viene scartato dagli organismi tutto il tempoJoshua Miller ha aggiunto. In effetti, il DNA continua a essere versato molto tempo dopo che l’animale è morto. Nei luoghi in cui la decomposizione è lenta, ciò significa che specie morte da tempo e persino estinte da tempo possono continuare a trovare la loro strada nei sedimenti circostanti. Potrebbero volerci migliaia di anni prima che qualcosa funzioni male. »

Un fenomeno che vale anche per tutti gli esseri viventi! Le conchiglie possono rimanere sul fondo del mare per migliaia di anni. Quando vedi delle conchiglie sulla spiaggia, alcune potrebbero provenire da animali morti di recente, mentre altre potrebbero provenire da conchiglie morte migliaia di anni fa.ha aggiunto Carl Simpson, coautore dello studio e paleontologo dell’Università del Colorado. Ciò si verifica anche nella registrazione dei vertebrati. » Sarà anche più unico per grandi mammiferiHai le ossa più grosse.

La misteriosa data di estinzione: tra 10.000 e 4.000 anni fa

Secondo i ricercatori, la persistenza ossea non è l’unica ragione per i poveri Conoscenza. Gli ambienti artici sono spesso caratterizzati da processi indotti dal ghiaccio (ad es. nevischio e nevicate). disturbaredisturbare Modifica del terreno sotto l’influenza del congelamento e dello scongelamento) e la geomorfologia che rilascia antichi fossili in superficie, aumentando l’estensione della miscelazione temporale all’interno dell’eDNA (DNA ambientale), spiega lo studio.

READ  Saints Row, Dead Island e la società madre di TimeSplitters Koch Media annunciano il loro spettacolo pre-E3

Resta da vedere cosa questo significhi per la datazione del DNA ambientale esistente. Per questo, gli scienziati hanno valutato le temperature dei siti portatori di DNA Mammut moderni, e ad essi è stata associata la continuità ossea, supponendo che siano rimasti più o meno costanti per molte migliaia di anni. Tuttavia, secondo loro, per la bassissima temperatura della Terra, intorno ai -10°C, certe ossa potrebbero essere conservate, se mai sepolte, fino a 8.000 anni! Se sono morti 4000 anni fa, dovremmo riuscire a trovarne alcuni intatti. Tuttavia, il ritrovamento più recente aveva 11.000 anni, sepolto nel permafrost.

Quindi, quando il file Mammut Si sono fermati? Lo studio ha concluso che nessuna data è stata trovata in questo momento. I resti sedimentari di 4.000 anni trovati nello studio del 2021 potrebbero significare che alcune popolazioni di mammut potrebbero essere sopravvissute fino a 10.000 anni fa, ma anche che sono state le condizioni ambientali nell’Artico a consentire la conservazione dei resti. Lo spiegano i ricercatori “Possiamo iniziare a padroneggiare questa sfida valutando i tempi durante i quali il DNA delle specie estinte viene incorporato nei documenti sedimentari”.

You May Also Like

About the Author: Adriano Marotta

"Pluripremiato studioso di zombi. Professionista di musica. Esperto di cibo. Piantagrane".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.