Parigi sotto le bombe: propaganda ucraina per far reagire l’Europa

Esplosione della Torre Eiffel e aerei da combattimento sopra la Cattedrale del Sacro Cuore: questo scenario catastrofico è stato mostrato in un video di propaganda ucraina per far reagire i paesi europei e chiudere lo spazio aereo.

• Leggi anche: Le sanzioni economiche alla Russia sono efficaci?

Sabato mattina, la Verkhovna Rada ha pubblicato un video falso che ritrae Parigi in guerra. Vediamo una donna in piedi davanti alla Tour Eiffel, improvvisamente esplosa. Il video, accompagnato in sottofondo da bambini che urlano e piangono, presenta un’immagine straziante della capitale francese. Alla fine, un messaggio e una richiesta: “Chiudi i cieli sull’Ucraina o dacci aerei da combattimento”.

“La famosa Torre Eiffel a #Parigi o la Porta di Brandeburgo a #Berlino resisteranno ancora ai continui bombardamenti delle truppe russe? Credi che questo non ti riguardi? Oggi è l’Ucraina, e domani sarà tutta l’Europa. La Russia lo farà non fermarti davanti a nulla”, ha twittato la pagina di Verkhovna Rada per accompagnare il video.

Da diversi giorni l’Ucraina fa appello alla NATO affinché istituisca una “no-fly zone” sul Paese. La creazione di una no-fly zone vieterebbe gli aerei da combattimento russi su alcune città dell’Ucraina, come la sua capitale, Kiev.

Ma il presidente ucraino affronta la riluttanza di Europa e Stati Uniti, che temono possa alimentare il conflitto.

READ  Rabbia all'ingresso di Machu Picchu

I paga membri dell’OTAN marchent sur des œufs depuis le début de l’invasion russe de l’Ucraina, de peur que Vladimir Poutine ne déploie de plus gros moyens, notamment l’arme nucléaire, s’ils directement s’engagent the stadio.

“Se cadiamo noi, cadi anche tu”, avverte il testo alla fine del video, usando una citazione di Volodymyr Zelensky.

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.