Michelle Obama ha lasciato Viard a sua volta per Flamarion in Francia

L’editore francese Flammarion ha annunciato giovedì che pubblicherà il prossimo libro di Michelle Obama, l’autrice che ha lasciato le edizioni Viard dopo aver perso diversi autori nelle ultime settimane.

“This Light We Carry” dovrebbe apparire il 15 novembre, lo stesso giorno in cui appare in inglese (“The Light We Carry”) e altre undici lingue tra cui cinese, spagnolo o portoghese.

L’ex First Lady degli Stati Uniti, 58 anni, è una delle autrici più vendute al mondo negli ultimi anni. La sua autobiografia di 500 pagine che è stata tradotta in 50 lingue, “Devenir” (2018), ha venduto oltre 17 milioni di copie in tutto il mondo.

Dopo aver rinnovato la sua amministrazione a giugno, il francese Vaillard ha assistito alla partenza di diversi autori scontenti.

La sua ex manager, Sophie de Closets, aveva lasciato a marzo una casa che aveva gestito per otto anni. A metà luglio è diventata Presidente e CEO di Flammarion.

“Devenir” è stato uno dei grandi successi di Fayard negli ultimi anni. Flammarion ha osservato di aver venduto “più di 500.000 copie di tutti i formati in lingua francese”.

Il nuovo editore francese della signora Obama non ha specificato le condizioni in base alle quali l’editore è stato cambiato. Ma la signora de Closets ha raccontato a L’Express nel 2020 di aver investito personalmente nell’acquisizione dei diritti in lingua francese sui libri delle mogli di Obama.

Come parte di una delegazione di Hachette, la terza casa editrice al mondo e casa madre di Fayard, durante un incontro del 2017 a Washington con Barack Obama, è stata tra coloro che lo hanno convinto a firmare. “Il fatto che ho parlato con Obama come scrittrice e non solo come ex capo di stato ha sicuramente giocato un ruolo”, ha detto.

READ  Un cognac del 1777 all'asta

Così, la signora De Closets ha vinto per Fayard il primo volume delle memorie di Barack Obama, “The Promised Land”, pubblicato nel 2020. Dopo che milioni di copie sono state vendute in tutto il mondo, la data di pubblicazione del secondo volume non è nota.

Secondo il Financial Times, al termine degli incontri con gli editori nel 2017, Obama si è assicurato la garanzia di ricevere 65 milioni di dollari, una cifra senza precedenti nel settore, firmando con Penguin Random House (Gruppo Bertelsmann).

In This Light In Us, Flammarion identifica: “Michelle Obama offre ai suoi lettori storie personali uniche e riflessioni rilevanti sul cambiamento, le avversità e la forza”. “Condivide suggerimenti, storie e strategie efficaci per rimanere ottimista e calmo”, ha aggiunto l’editore.

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.