Lo studio rivela che l’ora di coricarsi riduce il rischio di malattie cardiovascolari

Tutti gli specialisti di questo argomento sono unanimi su questa osservazione: il sonno è uno degli elementi più importanti per il mantenimento della salute di un organismo. Ma ci sono molte domande sulla durata ideale della notte, il momento ideale per dormire e molti altri dettagli.

Credito: Gorodenkoff / Shutterstock

anche da vedere

I medici raccomandano ogni giorno di dormire dalle 7 alle 8 ore per recuperare il più possibile e mantenersi in forma. Tuttavia, questo consiglio spesso non specifica l’ora di andare a dormire. Fortunatamente, un nuovo studio pubblicato sull’European Heart Journal fornisce questo elemento. Ha detto che il momento migliore per dormire sarebbe tra le 22:00 e le 23:00. Ciò ridurrebbe significativamente i futuri problemi cardiovascolari.

Il team di ricercatori è giunto a questa conclusione dopo aver analizzato i dati raccolti da 88.026 inglesi di età compresa tra 43 e 79 anni, la maggioranza dei quali erano donne (58%). Quest’ultimo ha indossato un orologio ininterrotto per una settimana, dando agli scienziati l’opportunità di seguire la loro fase del sonno con grande precisione. Il risultato è particolarmente chiaro: le persone che dormivano tra le 22:00 e le 22:59 avevano meno probabilità di sviluppare malattie cardiovascolari. Quando l’ora di andare a letto è dopo le 23:00, il rischio aumenta del 12% e dopo la mezzanotte aumenta del 25%.

Ma attenzione, non pensare che andare a letto presto sia la soluzione migliore. In effetti, lo studio ha anche mostrato che coloro che dormono prima delle 22:00 hanno un rischio maggiore del 24% di sviluppare malattie cardiache. Come hai capito, non dovresti dormire presto o tardi, ma rispettare una certa finestra che metta il corpo umano nelle migliori condizioni affinché si rigeneri e duri il più a lungo possibile.

READ  Monsters of Science: Perché un pesce palla disegna un mandala?

“Il nostro studio indica che il momento ottimale per addormentarsi è in un punto specifico del ciclo di 24 ore del corpo e che le deviazioni possono essere dannose per il sonno. la salute. L’ora più pericolosa è stata dopo la mezzanotte, probabilmente perché può ridurre la probabilità di vedere la luce del mattino, azzerando l’orologio biologico”. David Blanes, autore principale dello studio, spiega. Abbiamo appreso dal rapporto dello studio che il 3,6% dei partecipanti ha sviluppato malattie cardiovascolari entro la settimana successiva allo studio. Le cifre mostrano che l’infezione è stata più significativa nelle persone che sono andate a letto dopo la mezzanotte.

Credito: wavebreakmedia / Shutterstock

Disuguaglianza tra uomini e donne di fronte al sonno

Contrariamente a quanto si potrebbe pensare a prima vista, i corpi delle donne e degli uomini non reagiscono allo stesso modo a seconda dell’ora del giorno. addormentato e il loro tempo di sonno. Pertanto, nelle donne, il rischio di malattie cardiovascolari è più pronunciato quando si va a letto prima delle 22:00 e dopo le 23:00. Negli uomini, il rischio è maggiore solo se vanno a letto prima delle 22:00. “Potrebbe esserci una differenza tra i sessi nel modo in cui il sistema endocrino risponde a un disturbo del ritmo circadiano. Ma l’età dei partecipanti allo studio può essere un fattore di confusione perché il rischio di malattie cardiovascolari nelle donne aumenta dopo la menopausa, il che significa che potrebbe non esserlo C’è una differenza nell’efficacia dell’associazione tra donne e uomini. Commentano i ricercatori.

Cosa ne pensi?

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *