lo straziante appello di Shevchenko, che chiede aiuto all’Italia

L’ucraino Andriy Shevchenko, ex stella del Milan e Pallone d’Oro, domenica ha chiamato l’Italia per aiutare l’Ucraina. Molto commosso, ha confidato la sua angoscia e la sua preoccupazione mentre parte della sua famiglia è ancora lì.

Come i loro connazionali, gli atleti ucraini sono molto segnati dalla guerra che colpisce il loro Paese dal 24 febbraio. Andriy Shevchenko, ex stella del Milan, ha confidato alla televisione italiana la sua angoscia e preoccupazione: “Non riesco a vedere le immagini senza piangere, ” ha detto, con le lacrime agli occhi dai primi momenti dell’intervista al Ray.

“Apri i tuoi cuori al mio popolo”

L’ex tecnico dell’Ucraina (2016-2021) ha chiesto aiuto all’Italia “la sua seconda casa”: “Vi chiedo: aprite i vostri cuori al mio popolo, alle donne, ai bambini, agli anziani che hanno tanto bisogno del vostro aiuto… Fagli sentire quello che tu hai fatto provare a me”.

>> Guerra in Ucraina: tutte le conseguenze sullo sport in diretta

“Mia madre e mia sorella sono ancora in Ucraina”

Andriy Shevchenko ha parlato in video da Londra. Ma parte della sua famiglia è ancora in campagna. “Mia madre, mia sorella e altri membri della mia famiglia sono ancora in Ucraina, parlo con loro ogni giorno. È stata una loro scelta rimanere”, dice ancora.

Già qualche giorno prima l’ex gloria milanese aveva chiesto aiuto alla comunità europea, via Sky Sport“Abbiamo bisogno di aiuti medici, aiuti umanitari, aiuti militari e aiuti finanziari. L’Unione Europea dovrebbe anche proteggere il nostro spazio aereo perché le forze militari russe stanno usando i loro aerei per sganciare bombe, distruggere le nostre città e uccidere civili ci ha detto che non riesco a pensare del calcio…tutti i miei sogni e speranze sono per la pace nel mio Paese, tutti i miei pensieri sono con le persone che qui muoiono ogni giorno”.

READ  Iliad prepara il lancio di VoLTE in Italia

You May Also Like

About the Author: Cosimo Fazio

"Evangelista di zombi. Pensatore. Creatore avido. Fanatico di Internet pluripremiato. Fanatico del web incurabile".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.